Ancöi l'è

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

 

 

Cumpagnia d’i Ventemigliusi

 

Gli obiettivi

    La Cumpagnia d’i Ventemigliusi, fondata nel 1927, si propone di mantenere vivo il dialetto e le tradizioni di Ventimiglia, di far conoscere la sua storia, difendere i suoi monumenti, le sue bellezze naturali e di aiutare tutte le iniziative atte al suo progresso.

 

Profilo dell’Associazione

    La Cumpagnia d’i Ventemigliusi fu una delle prime associazioni territoriali che, negli Anni Venti, si formarono in Liguria. Il suo atto di nascita risale al 21 Aprile 1927, solo qualche anno dopo la creazione de “A Campanassa” in Savona, de “A Compagna” in Genova e del “Cumitau Naçiunale d’e Tradiçiue Munegasche”, che sono le più antiche e che ora, insieme con la nostra e a tante altre associazioni Liguri, si sono riunite nella “Consülta Ligure”.

    È stata fondata da un gruppetto di persone appassionate delle tradizioni e de “u nostru parlà”, fra loro Filippo Gigliu Rostan ed Emilio Azaretti. Si dette uno statuto sul modello delle antiche compagne medievali, che erano formate da tutte le famiglie del contado. Di queste antiche associazioni, la Cumpagnia ha mantenuto i Consoli, che sono alla testa del Consiglio, ed il Parlamento, che è l’adunanza generale di tutti i Soci.

    L’Associazione non ha scopo di lucro e le attività culturali saranno sempre improntate ed ispirate a questo principio. Base fondamentale dell’attività associativa è il volontariato il quale, operando anche con denaro pubblico, svolge un servizio sociale.

    Per essere Soci della Cumpagnia bisogna: essere nato a Ventimiglia o esservi domiciliato da almeno venti anni o essere figlio di padre e di madre originari della Zona. Parlare il ventimigliese, o fare il possibile per parlarlo. Essere presentato da un Socio.

    Potranno domandare l’iscrizione anche quanti, non trovandosi nelle condizioni del precedente articolo: siano iscritti dalla nascita nel Comune di Ventimiglia. Siano figli di genitori residenti a Ventimiglia. Facciano parte delle Sezioni della Cumpagnia. Lavorino, a qualunque titolo, per gli scopi associativi. Dimostrino interesse per la storia, le tradizioni ed al parlare di Ventimiglia. Vivano nella Zona Intemelia e si interessino della vita della Cumpagnia e delle sue attività.

    I Soci si impegnano a versare ogni anno la quota associativa, ritirando la tessera che sarà presentata loro da un Socio incaricato. I Soci hanno diritto di voto nel Parlamento ordinario, anche in caso di partecipazione temporanea alla vita associativa. Dovranno prestare la propria attività sociale, come a quella delle sezioni, a titolo assolutamente gratuito.

 

Le Sezioni :

Academia Ventemigliusa   1927

Cumpagnia d’u Teatru Ventemigliusu   1928

Centri de Cultüra Intemelia   1977

Cumpagnia  Cantante   1977

I Zirundei   1977

Sbandieranti d’i Sestei   1977

Barestrei de Ventemiglia   1984

Ventemigliusi Spantegai   1984

 

Iniziative :

    Il Gonfalone presenzia a concrete attività cittadine, mentre ciclicamente nell’anno, la Cumpagnia propone alla città proprie iniziative:

U Sdernà d’u Mungugnu   1972

A Pascheta ae Vertü   1978

A Lampa de San Segundu   1982

A Strena de Deinà   1985

Cunsegna d’i Libri Növi   1970

 

Compiti  istituzionali :

    Oltre alle tradizioni locali, la Cumpagnia ha il compito di preservare viva la lingua, specifica, parlata sul territorio di Ventimiglia, disporne ed aggiornarne la codificazione; cercando, in ogni modo di mantenerne e di diffonderne l’uso:

U Nostru Parlà   e   Scrive u Nostru Parlà

 

    Nel 1973, la Cumpagnia d’i Ventemigliusi è stata tra le società fondatrici della

Consulta Ligure  delle  Associazioni

per la Cultura, le Arti, le Tradizioni

e la Difesa dell’Ambiente

presenti sul territorio regionale, che si riunisce a turno, nei luoghi ove hanno sede le associazioni aderenti.

 

    Nell’anno 1975, la Cumpagnia d’i Ventemigliusi, è stata l’ispiratrice dell’animazione civica che ha creato l’Agosto Medievale, sostenendo, almeno culturalmente, l’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo ed il Comune di Ventimiglia nell’allestimento e nel coordinamento della Manifestazione. Con l’istituzione del

Ente Agosto Medievale

la Cumpagnia indica un suo rappresentante in quel consiglio, mantenendo attive le proprie funzioni di coordinamento.

 

Organi sociali :

    La Cumpagnia è amministrata dal Parlamentu, formato dall’assemblea di tutti i Soci, il quale viene radunato ogni tre anni per l’approvazione dei conti e l’elezione del nuovo Cunsegliu, che è formato da sedici Cunsegliei che si riuniscono, in adunanza ordinaria, l’ultimo sabato d’ogni mese, alle ore 10,00, nella sede sita in Ventimiglia, via G. Mazzini 12. Potrà essere riunito, in adunanza straordinaria dal Consule Rapresentante, con invito scritto. Tutte le adunanze saranno valide qualunque sia il numero dei Soci presenti.

    La Cumpagnia è condotta da quattro Consuli, dei quali il Consule Rapresentante è il garante legale della associazione.

    L’amministrazione ordinaria è gestita dal Burò,

                   ufficio retto dal Segretariu, dal Cançelé e dal Cascé.

 

Collaborazioni :

    Allo scopo di portare avanti alcuni dei compiti che si è prefissa, la Cumpagnia ha intrapreso, da tempo, una attenta collaborazione con istituzioni locali altamente propositive. Fin dal 1946, ha sostenuto e sostiene l’attività dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri, nella salvaguardia del territorio e dei monumenti locali, appoggiando le iniziative della sua Sezione Intemelia. Ancora, dal 1946, appoggia l’attività della Unione Intemelia, avendo dunque eletto il mensile per questa edito: LA VOCE INTEMELIA, ad organo ufficiale per i comunicati dell’Associazione.

 

Come contattare la Cumpagnia :

    Telefono          Indirizzo postale           Posta elettronica

0184 23 92 50      via G. Mazzini 12     Ventemiglia @ libero.it

                         18039 VENTIMIGLIA

       La Sede di via G. Mazzini 12  è aperta ogni sabato,

 dalle ore 10,00 alle 12,00,

                con la presenza del Segretariu: Enrico Malan.

 

   ==========================================================

 

    Per favore: non scrivete VENTIMIGLIA con le XX, mostrerete così intelligenza e cultura; qualità che non sono certo presenti in chi adopera quello sventurato segno.  Ventimiglia riceve il suo nome dall’antica Albium Intimilium, la Città degli Intemelii, che si è traslato in Albintimilium, Bintimilium e poi in Vinctimilium, giammai considerando una qualsivoglia misura stradale che proponga il numero venti in cifre romane. Ventimiglia non è lei se non è scritta com’è, e poi: non si fa’ più presto scrivendo XX, ne si dilata lo spazio scritto più di tanto.