Stampa
Categoria: LIBRARIA LOCALE
Visite: 1778
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

 

 

PRESENTAZIONE

    Nel 1983, la Cumpagnia d’i Ventemigliusi, in collaborazione con l’Istituto Internazionale di Studi Liguri, pubblicava il «Memoriale intimo» di Girolamo Rossi, un’autobiografia sui generis nella quale questo illustre personaggio ventimigliese ripercorreva, più che altro, le tappe del suo prodigioso cursus honorum.

    Nell’opera - presentata, collazionata ed annotata dal pronipote Leone Gasparini - il Rossi si preoccupa soprattutto di tramandare ai posteri, oltre le notizie di carattere familiare, memoria dei suoi studi e degli innumerevoli incarichi ricoperti e riconoscimenti accademici ricevuti, nonché copia delle lettere da lui scritte a personalità del tempo, con relative risposte.

    Invano il lettore cercherebbe nel «Memoriale» informazioni sulla vita cittadina in quel particolare momento che va dalla seconda metà dell’Ottocento ai primi del Novecento.

    Eppure, agli appassionati di storia locale, poteva apparire strano che il Rossi, normalmente cosi attento alle vicende della sua città, non avesse pensato a fissare sulla carta quanto stava avvenendo a Ventimiglia in quegli anni straordinari.

    Sì, è vero, negli ultimi capitoli «Memorie contemporanee» e «Descrizione della Città», apparsi nell’edizione riveduta e ampliata della sua «Storia di Ventimiglia», pubblicata nel 1887, si trovano accenni al periodo in questione. Ma, da quella data alla morte del Rossi, passarono ancora ventisette anni che coincidono proprio col tumultuoso sviluppo del Cuventu, cioè con la nascita della città bassa sulla riva sinistra del Roia.

    Era impensabile che tutto ciò non attirasse la sua attenzione e questi appunti inediti di cronaca ventimigliese 1850-1914 sono oggi la prova dell’interesse che i fatti di quel periodo suscitarono in lui.

    Storicamente, essi abbracciano una fase che inizia dalle guerre di indipendenza nazionale e, attraverso la cessione di Nizza alla Francia, l’Unità d’Italia e le campagne coloniali, giunge fino alla vigilia del primo conflitto mondiale.

    Scritti a caldo, a mo’ di diario, e conservati probabilmente come materiale per un futuro aggiornamento della storia cittadina, acquistano oggi - pur nella loro sinteticità - il valore di documenti di estrema importanza per la conoscenza di questo capitolo di vita ventimigliese.

    Trascritti dallo stesso Gasparini, che li ha gentilmente messi a disposizione, e annotati da Emilio Azaretti, ci consegnano l’immagine inedita di una Ventimiglia in impetuosa crisi di crescita. La molla che fa scattare il meccanismo dello sviluppo economico è costituita dall’arrivo della ferrovia, ma altre cause concomitanti contribuiscono ad imprimere forza ad un processo ormai inarrestabile.

    La liberazione dalle servitù militari, il sorgere della stazione internazionale e l’avvento della floricoltura sono certamente da ascrivere fra i principali fattori del prodigioso progresso di quegli anni.

    La città si dota del primo piano regolatore mentre, in un fervore di opere pubbliche, nascono strade, ponti, acquedotti, ed entrano in funzione servizi quali il gas, il telegrafo, l’elettricità, il tram e l’autocorriera per Vievola, in attesa che il traforo del Tenda apra una via diretta di comunicazione col Piemonte.

    Intanto inizia e continua, durante tutto il periodo considerato dal Rossi, la contrastata vicenda della ferrovia di Valle Roia.

    Passerella, nuovo cimitero, mercato dei fiori, politeama sociale, cinematografo, banche, farmacie e uffici pubblici sono altre strutture di quegli anni durante i quali si pensa pure alla sistemazione del Museo e dell’Aprosiana.

    I prezzi dei terreni posti attorno all’antico convento degli agostiniani salgono alle stelle. Si elevano i casamenti, i palazzi privati, fra i quali spiccano quelli di Hanbury e Notari. «Non è a credere - annotava il Rossi nel giugno 1868 - l’attività che si spiega in questi tempi per la fabbricazione di edifici specie nel borgo e nel sestiere di Sant’Agostino».

    Ma, tre decenni dopo, nel 1896, il «boom» ventimigliese non dava ancora segni di stanchezza tanto che, è sempre il Rossi a dirlo, «Si costruiscono in questi momenti in detto sestiere tre nuove abitazioni, si aprono ricchissime botteghe e si scorge una animazione che è foriera di grande crescere di popolazione e di prosperità».

    La città attraversa anche una straordinaria fase di sviluppo industriale, testimoniato dalla nascita di concerie, segherie, pastifici, cartiere, fabbriche di piastrelle e del ghiaccio.

    La vitalità di quel periodo si rileva pure dalla diffusione della stampa, quando si pensa che, soltanto nell’ultimo decennio del secolo, vedono la luce a Ventimiglia ben cinque giornali locali.

Inevitabile che, in un momento come quello, interessi economici di famiglie e gruppi si ripercuotessero sulla vita politico-amministrativa della città nella quale campeggiano due personaggi di nome Biancheri, entrambi celebri, ognuno nel proprio ambito.

    In campo nazionale spicca la figura dell’Onorevole Giuseppe Biancheri, deputato ventimigliese, ministro e «presidentissimo» della Camera, fautore di numerose opere pubbliche e soprattutto delle comunicazioni stradali e ferroviarie in Valle Roia.

    In campo locale emerge invece il Sindaco Secondo Biancheri che ricopre a lungo la carica di primo cittadino, in quegli anni così ricchi di avvenimenti e certo non facili dal punto di vista amministrativo. La lotta politica, a livello comunale, si combatte infatti senza esclusione di colpi. Infuocati articoli di giornale e libelli diffamatori fanno sì che le polemiche, e i personaggi che ne sono protagonisti, si trasferiscano spesso dalla sala consiliare alle aule dei tribunali.

    La situazione non è tranquilla nemmeno sul versante ecclesiastico-religioso. Dopo la bufera della rivoluzione francese che ne aveva messo in forse la sopravvivenza, la diocesi ritrova la propria stabilità sotto la guida illuminata del vescovo Gio.Battista Lorenzo Biale che ne regge le sorti per un quarantennio partecipando col fratello Raffaele, vescovo di Albenga, al Concilio Vaticano I.

    Mons. Biale muore ultranovantenne a Ventimiglia e la sua opera viene continuata dai successori Tommaso Reggio e Ambrogio Daffra.

    La presenza della chiesa è incisiva, sia a Ventimiglia che nel territorio diocesano. Don Bosco fonda al Torrione la casa salesiana per arginare l’opera dei valdesi, in Seminario si fonda l’Accademia filosofica di San Tommaso, di cui anche il Rossi fa parte; si benedice una croce marmorea sul Grommando e si innalza la statua del Redentore sul Monte Saccarello.

    Ma, sulla sponda opposta, non si resta certamente inattivi. La loggia massonica dei Persistenti, fondata a Ventimiglia nel 1886, e i circoli anticlericali, frequentati dai liberi pensatori che si richiamano a Giordano Bruno, svolgono un’accesa propaganda, spesso non esente dagli eccessi tipici dell’epoca risorgimentale dominata dalla Questione romana.

    Agli inizi del secolo, in città e nei dintorni, spira anche il vento del Modernismo e il « dissenso » religioso serpeggia fra il clero locale.

    Insomma, tutto si può dire di questa Ventimiglia a cavallo fra ‘800 e ‘900, meno che fosse una città sonnolenta.

    Come il Rossi ricorda, la vita sportiva e associativa è vivacissima. Nascono le Società operaie di mutuo soccorso, si organizzano regate e corse in bicicletta, la Società del tiro a segno si fa onore in campo nazionale preconizzando i successi degli attuali Balestrieri.

    Dalle pagine del manoscritto, scarne di parole, ma dense di fatti e personaggi, apprendiamo un’infinità di altre notizie, tutte interessanti.

    Fra esse, la fondazione del Giardino Hanbury alla Mortola, la scoperta del teatro romano (opera dello stesso Rossi) e degli avanzi dell’antica Albintimilium. E poi, ancora, la visita del Re e di Quintino Sella e le celebrazioni colombiane di un secolo fa.

    Ma, anche se, come si è visto finora, questi anni possono annoverarsi fra i più fausti per Ventimiglia, non mancarono momenti di paura e di dolore collettivo dovuti a calamità naturali ed epidemie.

    Oltre a quella del 1887, si verificarono altre numerose scosse di terremoto e, nel 1853, si ebbe addirittura un maremoto. Geli, siccità e nubifragi causarono danni gravissimi alle campagne «rovinando completamente la raccolta ricchissima dei fiori e quella degli agrumi» (Febbraio 1901). Vaiolo e colera imperversavano e, ad un certo punto, la ridente piana di Latte dovette essere trasformata in lazzaretto.

    Fra i disastrasi eventi pubblici ricordati, Girolamo Rossi riserva ogni tanto qualche piccolo spazio della sua cronaca ai lutti familiari che lo colpirono crudelmente prima con la morte del fratello, impiegato del Catasto a Sassari, e poi del padre, della figlia Teotista e della moglie Edvige.

    La cronaca ventimigliese, tenuta per 64 anni, si interrompe nel 1914 con la scomparsa dell’Autore che aveva fatto così in tempo a rendere alla sua tanto amata città quello - che con definizione certamente a lui gradita - possiamo chiamare «l’ultimo devoto servigio ».

               Ventimiglia, ottobre 1989

.                                                                                                       Renzo VILLA      Console Rappresentante della “Cumpagnia d’i Ventemigliusi

 Apertura del Cinema Comunale il 1° agosto 1912

                   Girolamo Rossi                                      Uno dei numerosi fogli pubblicati in città                              

  1850  - Viene nominato sindaco il sig. Tommaso Galleani, che rinuncia e viene surrogato dal Marchese Pietro Orengo, sotto il cui mandato gli Agati di Pistoia alzano in cattedrale un organo del valore di L. 6000.

  1851  - Passa per la città la Regina Maria Cristina.

Settembre 3 - Ore 2,30 pomeridiane arriva in città il celebre ministro dei Lavori Pubblici Paleocapa, accompagnato dall’Intendente generale Radicati, ricevuto dal sindaco Amalberti.

Settembre 21 - Giunge il deputato Ercole Ricotti, che ho conosciuto il 22 nella Biblioteca Aprosiana. Il 25 riparte per Torino.

  1852

Gennaio 12 - Scoperta di un mosaico nella terra del Vescovo a Nervia: rappresenta le Quattro stagioni.

Aprile 16 - L’Intendente generale La Marmora visita il vescovo Biale, che gli regala una bella testa di bronzo scoperta a Nervia.

Giugno 29 - Si istituisce nella Biblioteca Aprosiana la Società di reciproca istruzione. Presidente il sindaco Amalberti, segretario G. Rossi.

Luglio 8 - Oggi viene deliberata al sign. Becchi di San Remo l’impresa di costruire il ponte sul torrente Nervia.

Ottobre 1 - Reduce da visitare l’imperatore Napoleone III, passa per Ventimiglia il generale Alfonso La Marmora, ossequiato dalle autorità, e che va a visitare i forti.

Ottobre 17 - Domenica, solenne apertura del Circolo nella casa del conte Giorgio Galleani, con bigliardo, biblioteca e giornali, essendone stato promotore il comandante conte Scagnelli.

Novembre - Scoperta di altro mosaico che rappresenta Arione seduto sopra un delfino, nella proprietà del parroco a Nervia. Sopra un listello di marmo si legge: E.DEDIC.A.T. Q.E.P.

  1853

Febbraio 10 - Ore 5,30 antimeridiane. È suonata la campana per un maremoto che mette in pericolo le navi.

Luglio 30 - È pubblicato il Regolamento di Polizia Urbana. Tip. Puppo in S. Remo.

    È pubblicato il Regolamento del Circolo. Torino, tip. Fodrati.

Agosto 6 - È in Ventimiglia l’architetto Maus per istudi sul congiungimento di una ferrovia col Piemonte.

Agosto 12 - Giunge il deputato Ercole Ricotti, riparte il 16: pranza in casa mia sulla Coletta.

Agosto 23 - Comparsa di una cometa.

Ottobre - Viene deliberata al ventimigliese Carlo Notari la costruzione della Strada Traversa 1 che, dalla casa Chiappori nel Borgo, gettando a terra parte delle mura della città, gira il Monte delle Monache e mette al forte dell’Annunziata.

Ottobre 29 - Muore in Sassari, di febbre malarica, mio fratello Secondo, impiegato nel catasto. Sia pace all’anima Sua.

Dicembre 4 - Per lo scioglimento della Camera, viene eletto a Deputato di questo collegio l’avvocato Giuseppe Biancheri in luogo del cav. Ercole Ricotti. Nate contestazioni sulla relazione Tecchio, la sua elezione viene approvata.

  1854

Luglio - Si sta ultimando la ricostruzione dell’abitazione del sign. Gaetano Orengo, ora proprietà dei fratelli Biancheri.

Scoppia il colera in Genova. Se ne hanno casi in Bordighera, S. Biagio; Ventimiglia, per la Dei grazia, ne è immune.

Dicembre 29 - Questa mattina, alle 3, si è sentita una fortissima scossa di terremoto.

  1855

Febbraio - Discorso del deputato Biancheri per combattere la spedizione delle nostre truppe in Oriente.

Settembre - Grandi feste per la presa di Sebastopoli.

  1856

Agosto 2 - La Gazzetta del Popolo n. 183, aprendo una sottoscrizione per cento cannoni ad Alessandria, scrive: «Cittadini di Ventimiglia prima lista della Riviera».

Novembre 27 - Giunge in Ventimiglia ed alloggia alla locanda del Cervo 2 Mons. Stefano Semeria, vescovo di Olimpia in partibus, visita il vescovo Biale: è nativo di Colla di San Remo.

  1857

Gennaio - Muore il marchese Pietro Orengo sindaco della città.

Gennaio 21 - Alle 11 passa per la città il conte Camillo Cavour accompagnato dal comm. Rattazzi. Ricevuti dal sindaco Amalberti e dal Deputato Biancheri, visitano la Strada Traversa.

Gennaio 29 - Ore 4 e 10 minuti antimeridiane. Arrivo del Re Vittorio Emanuele II, ricevuto colle chiavi al forte dal comandante Lurago. Sotto un arco di trionfo, al Fontanino, dal Sindaco e dal Deputato; dal vescovo Biale, accompagnato dal Capitolo, alla porta dell’Episcopio. Grandi illuminazioni a torce e iscrizioni dettate dallo scrivente.

Maggio - È stata approvata dalla Camera la strada ferrata della Liguria.

Luglio 5 - Apertura solenne della strada della Traversa per parte del Comm. Boschi, Intendente generale di Nizza.

Settembre 9 - Alle 10 antimeridiane, giungono in città diretti a Nizza il Principe Umberto ed Amedeo di Savoja. Ricevuti dalle autorità andarono ad alloggiare nel forte dell’Annunziata. Al sobborgo di S. Agostino, erano stati ossequiati dal Vicario generale Olivieri e da una deputazione del Capitolo. Alle 11,30 ci fu il déjeuner, cui non furono invitati che il generale Rossi, il cav. Villamarina, l’abate Pozzi e il professor Sismondi, cioè il seguito dei Principi. Che visitarono tutti i monumenti della città e apposero la loro firma in un registro della Aprosiana. Alle 6,30: vi è stato pranzo con inviti alle autorità locali; di signore non vi era che la moglie del comandante Lurago. La musica cittadina andò a fare la levata di tavola, dopo cui i Principi recatisi al Cavo assistettero ad una serenata fatta su barche dalla musica di Bordighera.

Settembre 10 - Ore 7 antimeridiane. I Principi partono per Mentone.

Novembre 15 - Elezione a Deputato dell’avvocato Giuseppe Biancheri che ha per avversario il sign. Francesco Cassini di Perinaldo.

  1858

Gennaio - Domenico Maurizio Biancheri è stato nominato sindaco di Ventimiglia.

Febbraio - Si annunzia il fallimento dei fratelli Aristide ed Alessandro Fornari che lasciano un vuoto di 600/m. lire.

Agosto 15 - Questa mattina il Vice Console di Francia sig. GioBatta Biancheri ha distribuito agli antichi veterani dell’armata di Napoleone la Medaglia commemorativa concessa da Napoleone III, Imperatore dei francesi.

  1859

Maggio - Passaggio della cavalleria francese, accolta con entusiasmo dalla popolazione.

Agosto 4 - Pel fatto di Palestre, fu insignito della medaglia al valor militare il luogotenente Felice Ceriani ed ha ottenuto l’onorevole menzione pei fatti di S. Martino il capitano Nicola Galleani.

Novembre 25 - Il contratto per la costruzione della strada ferrata dal Varo alla Palmignola è sottoscritto dal Segretario del Ministro ventimigliese G. Biancheri.

Dicembre 5 - Oggi si comincia la passeggiata della Colla,3 che è una appendice della strada Traversa.

  1860

Marzo 10 - Cade una grande quantità di neve.

Marzo 20 - Grande festa per celebrare l’annessione dell’Emilia al Piemonte.

Marzo 25 - Rielezione a Deputato dell’avv. Giuseppe Biancheri con 552 voti contro 78 dati all’avv. Giuseppe Piazza di Bordighera.

Maggio 28 e 29 - Il nostro Deputato Biancheri vota contro la cessione di Nizza, dopo aver tentato di opporvisi.

Giugno 14 - In seguito alla cessione di Nizza, vengono stabilite oggi: la Dogana a Mortola, la Direzione delle poste a Ventimiglia con a capo il sig. Bersani e, con R° Decreto dell’11 detto mese, è istituita in Ventimiglia un’Ispezione di Dogana, titolare Bertolini. È istituita una stazione telegrafica.

Giugno 24 - Sono nominato segretario della città.

Luglio 14 - Sono nominato membro della Reale Deputazione di Storia Patria.

    Si sta occupando il giardino che fronteggia il magazzino Biancheri nel Borgo, vi si farà una piazza.4

Dicembre 24 - Nomina del prof. Girolamo Rossi a professore di Rettorica nel R° Ginnasio fondato in Ventimiglia.

  1861

Marzo 9 - Adunanza nel Palazzo di città, sotto la presidenza onoraria del deputato Biancheri, di tutti i sindaci della Valle di Nervia, per provvedere alla costruzione di una strada carreggiabile in essa.

Marzo - È stato pubblicato colle stampe il Regolamento della Società operaia di Ventimiglia, fondata nel 1860.

Maggio 26 - Solenne festa della Società Operaia. Intervengono rappresentanze di Nizza e Taggia, pranzo sociale e musiche.

Giugno 2 - Festa Nazionale, discorso del prof. Morelli.

    Il cav. Giuseppe Biancheri ing. è nominato Ispettore dei porti e spiagge.

  1862

Gennaio - Muore in Genova il già vescovo di Ventimiglia GioBatta de Albertis, ora arcivescovo, e benefica, nel suo testamento, città e diocesi. Il giorno 23, gran funerale in cui recita la orazione funebre il Canonico Stefano Calsamiglia. Presiedeva il vescovo Biale.

Luglio 12 - La Camera approva la costruzione di una strada tra Ventimiglia e Tenda,5 relatore il deputato Biancheri è approvata la somma di 1.125.000.

Agosto 3 - Domenica. Nella sala del Comune viene approvata la mia proposta di non aggiungere alcun predicato a Ventimiglia come voleva il Ministero, lasciando che pigli un predicato la Ventimiglia Sicula, perché figlia della Ventimiglia ligure. Il Ministero confermava questa proposta.

  1863

Gennaio - Si mette all’asta pubblica l’impresa di lastricare la contrada di Piazza ora via Lascàris, poi Garibaldi per L. 13/m.

Agosto 13 - Viene staccata dalla casa della Scuola la iscrizione in marmo che ricorda il legato della nubile Devota Orengo per la scuola. I fratelli Orengo ritirano presso di loro il marmo. La casa verrà annessa al Teatro.

  1864

Febbraio 6 - Cade grande quantità di neve.

Febbraio 15 - È stata deliberata al ventimigliese Secondo Notari la costruzione del nuovo ponte sul Roia che avrà cinque archi di 18 metri.

Aprile - Si aprono due nuovi spacci di Sali e Tabacchi: uno al Sestiere di S. Agostino e l’altro nella borgata Torri.

Aprile 23 - Ventimiglia è stata dichiarata residenza di un Delegato di Pubblica Sicurezza.

Giugno 10 - È stato coperto il nuovo Teatro.6

  1865

Maggio 28 - Grande festa degli operai, 330 invitati sulla Coletta.

Giugno 7 - I fratelli Biancheri comprano in Torino i molti beni posseduti dal marchese Mari in Ventimiglia (si dice per L. 140/m.).

Luglio 16 - Elezioni comunali. Insulti al caffè Carlo Alberto ai fratelli Biancheri, da G.B. Deverini, Secondo Notari, Francesco Rossi e Francesco Lorenzi.

Settembre 29 - Monsignor Biale va quest’oggi a benedire la chiesa ampliata della regione Sealza (Colla) dedicata a San Michele; questa borgata, che nel 1700 era stanza di pochi pastori e nel 1800 contava 17 famiglie, ora ne conta già 27.

Ottobre 22 - L’avv. G. Biancheri è rieletto Deputato, non più di Ventimiglia solo, ma del collegio di San Remo.

  1866

Aprile - Essendo stata appaltata la strada della Roia, giungono per soprintendere ai lavori l’ingegnere Musy e l’aiutante Arnaud.

Maggio 22 - Per la rinuncia del cav. Domenico Biancheri, è nominato Sindaco il marchese Orazio Orengo.

Agosto - Nella battaglia navale di Lissa, sul Palestro che eroicamente seppe andare a fondo, era il ventimigliese Andrea Parodi.

Settembre 2 - Incomincia il transito sul ponte nuovo del Roia e cominciasi a distruggere il vecchio.

    Nel quartiere Borgo si alzano ora quattro casamenti.

Dicembre 31 - Viene chiusa per soppressione la Chiesa e il Convento dei Minori Osservanti.7

  1867

Febbraio 17 - Nella ricomposizione del Ministero, il nostro concittadino avv. Giuseppe Biancheri è eletto Ministro della Marina.

Aprile - Colle dimissioni del Ministro Ricasoli cessa di esser Ministro il nostro concittadino Biancheri.

Maggio 2 - Quest’oggi il notaio Antonio Laura riceve l’atto di vendita, dalla signora Ambrogina Galleani nata Grandis, della terra Mortola fatta al ricchissimo inglese sig. Tommaso Hanbury per lire cinquantamila.

Settembre - La chiesa ed il convento delle Monache Lateranensi sono stati assegnati al Municipio.

Dicembre 2 - Si mettono all’asta pubblica i beni della mensa vescovile, cioè la terra Nervia per L. 5000 e la terra Boccanegra per L. 3000.

  1868

 Giugno - Non è a credere l’attività che si spiega in questi tempi per la fabbricazione di edifici specie nel Borgo e nel sestiere di S. Agostino.

 

  1869

Gennaio 24 - Scoperta di sette tombe romane nella proprietà Hanbury.

Aprile - Giunge notizia che il conte Filippo Ribotti di Ventimiglia, capitano di lungo corso, è stato assassinato dal suo secondo.

Settembre - Si costruisce sulla strada Traversa la prima casa ora posseduta dal negoziante Palmero.

Ottobre - Si da all’appalto la costruzione della strada argini 8 che dalla testa del ponte mette alle mura della città presso la Marina.

    Si lavora a demolire la porzione del Monte delle Monache che guarda mezzogiorno essendo divenuto pericoloso pel transito che sotto di esso vi fanno i carri e le vetture.

Novembre 30 - Martedì, alle 2,30 pomeridiane, parte per Roma al suono delle campane il vescovo nostro più che ottuagenario Monsignor Biale, per pigliar parte al Concilio Vaticano. Conduce seco il segretario D. Emilio Viale ed il domestico Luigi Gava. Ha un alloggio di tre stanze ed una sala in Vaticano; in faccia ha il di lui fratello il vescovo di Albenga.

  1870

Febbraio - Il vescovo Biale, essendo caduto ammalato, viene visitato da S.S. Pio IX, che gli manda in dono un cesto di paste.

Maggio 12 - Quest’oggi in Firenze dalla Camera dei Deputati viene elevato alla presidenza il nostro concittadino avv. Giuseppe Biancheri, che piglia possesso dell’alto posto il 19.

Maggio - È pressoché condotta a termine la strada fra il ponte e la Marina.

    Benedetto Ascenso, commissario del Genio Civile a Spezia, ha ottenuto nell’esposizione agricola di quella città la Medaglia d’oro come inventore di un nuovo metodo di stampa in caratteri di rilievo ad uso dei ciechi.

    Disgraziatamente dovette applicarvisi per anni il primogenito Antonio, cieco, il quale peraltro è divenuto un abile musico.

Giugno - Si stabilisce in questi giorni una Vettura Corriera fra Ventimiglia e Pigna che percorrerà la novella strada costrutta.

Luglio 5 - È stata scoperta a Nervia da Aprosio Secondo la bella iscrizione Q. Mantio Q. filio et.

Agosto 23 - Martedì, alle ore 10,30, ritorna da Roma al suono delle campane il vescovo Biale.

Settembre 13 - Mentre ero a Firenze muore l’ottimo mio padre, che il Signore l’abbia in gloria.

Ottobre 5 - In testa del ponte si alza l’edificio Stellino.

Dicembre 6 - Con R° Decreto del 1° Novembre, essendo stato soppresso il Monastero delle Lateranensi, il 12 novembre partono per S. Remo per essere incorporate colle Salesiane, le nostre Monache colla loro Madre abadessa Orengo.

Dicembre 22 e 26 - Caduta di neve in tanta quantità che ha cagionato il gelo non solo dei limoni, ma in certe località ancora delle olive.

  1871

Febbraio - Ventimiglia è stata dichiarata sede della Stazione Internazionale fra l’Italia e la Francia.

Aprile - Paolo Ascenso fabbrica un bell’edificio alla Marina.9

Aprile - Si da principio alla costruzione del nuovo Cimitero coll’acquisto del terreno dai fratelli Orengo. I fondi vengono forniti dall’Amministrazione delle strade ferrate che ci paga il vecchio cimitero 10 colla somma di L. 50/m. (R° Decreto 30 marzo).

Ottobre 28 - Quest’oggi, nella proprietà dei fratelli Orengo a Latte, sono stati scoperti dei sepolcri romani.

Novembre 29 - Ore 5,30 pomeridiane, viene qui udito per la prima volta il fischio della Vaporiera, arrivata in prova da Savona.

Dicembre 30 - I fratelli Paolo Girolamo ed Ottobono Orengo quest’oggi sposano a Firenze il 1° Malvina e il 2° Federica Sella, nipoti del Ministro di questo cognome. È testimone a queste nozze il Presidente della Camera Biancheri.

  1872

Gennaio - È pressoché condotto a termine il rialzo di terreno e le baracche in legno che devono servire per la Stazione internazionale.

Febbraio 14 - Si apre il corso della ferrovia con Genova.

Luglio 26 - Si apre una farmacia nel Sestiere di S. Agostino.

Agosto 18 - Il Deputato Paolo Farina con altri signori viene a fondare in Ventimiglia un Asilo di Salvataggio per chi annega. È ospite del Deputato Biancheri.

Ottobre - In questi giorni, si sta adattando un braccio del già Monastero delle Lateranensi ad uso di Ospedale.

    È stata eretta una segheria a vapore dal sig. Rienfeld nella già proprietà del vescovo a Nervia.

  1873

Aprile 14 - Oggi nell’abitazione dei fratelli Biancheri, col capitale di L. 1.200.000, si istituisce una Banca di prestiti e sconti. Roga l’atto il notare Domenico Biancheri.

Agosto 21 - Sì rialza un piano della casa parrocchiale col provento in parte delle 10/m. lire, prodotto dalla vendita delle terre di Nervia ai Biancheri.

Settembre 29 - Parte del Convento di Sant’Agostino viene adattato ad uso di Caserma dei Carabinieri.

Ottobre 22 - Nella scorsa estate la riva del mare si è tanto ritirata che dalla Schiena d’Asino si andava in pochi passi alla pietra Margunàira.

  1874

Aprile 6 - Il nonagenario vescovo Biale, giusta il consueto, compie tutte le funzioni della Settimana Santa.

    Si costruisce a capo del ponte il bel casamento Isnardi.

Giugno 22 - È stata posta all’asta pubblica la costruzione della diga sotto il ponte 11 dalla parte di Levante.

    Erezione della casa Salomone a pie del ponte.

  1875

Febbraio - Si principia la costruzione di un molo col gettito di grandi blocchi di pietra.

Novembre 14 e 15 - Dimora a Ventimiglia il conte Edoardo Arborio Mella, celebre architetto venuto pei restauri della cattedrale al cui scopo Papa Pio IX largì lire 1000.

Dicembre - Viene posto sul campanile della Cattedrale il nuovo orologio fornito dal sig. Giovanni Campazzi di Novara.

  1876

Febbraio 13 - Inaugurazione dell’Istituto di D. Giovanni Bosco nel piano di Vallecrosia per far argine alla propaganda dei protestanti. Interviene il vescovo fondatore.

Marzo - Il restauro della Cattedrale, progettato dal Mella, si mette in questi giorni ad esecuzione affidato al Maestro edile Dionisio Muratore.

Giugno 11 - Gran festa della Società operaia con intervento dei delegati di Oneglia, Porto Maurizio, San Remo, Taggia, Bordighera, Pigna e Castel Vittorio. Pranzo alla Coletta.

Luglio 4 - Dimissioni del Sindaco cav. Orazio Orengo.

Dicembre 8 - Il fabbro ferraio Napoleone Rondelli uccide il muratore Giuseppe Allasio.

  1877

Gennaio - Costruzione nel Sestiere di S. Agostino degli edifici Guglielmi e Balestra.12

    Istituzione di un Sottocomitato dei Reduci.

Marzo 12 - Nel Concistoro di questi giorni, Papa Pio IX nomina Monsignor Tommaso Reggio, abate mitrato di Carignano, a vescovo di Torres in partibus, dandolo per coadiutore al nonagenario vescovo Biale. Arrivo del Reggio in città.

Aprile 15 - Gran festa del Comitato dei Veterani.

Maggio 6 - Oggi si consacra in Genova, nella metropolitana, il nuovo nostro vescovo Reggio; erasi recato ad assistere Monsignor Emilio Biale.

Maggio 20 - Solenne riapertura della Cattedrale restaurata dal Mella. La funzione è fatta dal vescovo Reggio.

Giugno 26 - Questa notte, alle 10,30, spira di lenta malattia il decrepito vescovo Lorenzo Battista Biale, assistito fino all’ultimo dai canonici Viale e Borea.

Agosto 25 - Il vescovo Reggio fa la sua entrata solenne dalla porta del Fontanino sotto arco di trionfo alle ore sei pomeridiane. Il domani, hanno luogo feste straordinarie ricorrendo la festa di San Secondo.

Settembre 8 - Il vescovo Reggio, col parroco della cattedrale D. Noaro, va alla prima pietra della chiesa di Roverino.

Ottobre 4 - Ho dato principio agli scavi nella proprietà Biamonti a Nervia e il cinque scopro il Teatro Romano.

Ottobre - Sono preposto alla direzione del R° Ginnasio.

  1878

Gennaio 9 - Quest’oggi muore in Roma il Re Vittorio Emanuele II, giustamente appellato padre della patria.

Gennaio 15 - Giunge, alle 3,30 antimeridiane, la regina Pia di Portogallo e con lei il primogenito. Sono ricevuti dal prefetto Mille, dal sottoprefetto Monterumici, dal f.f. di Sindaco Biancheri. La truppa rende gli onori militari. S.M. va a Roma per assistere ai funerali del padre.

Gennaio 13 - Una commissione del 44° Congresso scientifico, radunato a Nizza, viene a visitare il Teatro Romano.

Sono a riceverla col f.f. di Sindaco Biancheri alla stazione, nel cui restaurant viene offerto agli ospiti un lauto banchetto.

Febbraio 7 - Morte di S.S. il Papa Pio IX, che viene annunziata al suono delle campane.

Febbraio 20 - Elezione del card. Pecci a Sommo Pontefice Leone XIII.

Marzo 10 - Quest’anno il nostro pulpito viene onorato dalla predicazione del gesuita P. Sebastiano Sanguinetti.

Settembre 7 - Questa sera si ha lo spettacolo di fuochi pirotecnici alla borgata Roverino, essendo condotta a termine la chiesuola dedicata a N.D. di Loreto.

Settembre - Siccità straordinaria.

  1879

Giugno - Si costruisce in questi tempi l’asilo infantile.

    Si adatta a piazza di mercato 13 la casa rotta che sta tra le case Cabagni e Calsamiglia.

Luglio 9 - Celebre processo del cav. Secondo Biancheri contro il notaio A. Laura.

Luglio - È stata conferita la cittadinanza ventimigliese a S.E. il Ministro De Pretis (22 giugno) per la cooperazione da lui prestata alla costruzione della strada del Roia.

Novembre 19 - Arrivo a Bordighera di S.M. la Regina Margherita.

Novembre 22 - S.M., alle 2,30 pomeridiane in tre carrozze di corte, arriva non attesa a Ventimiglia col principino di Napoli. Fanno il giro della strada Traversa, ricevono gli onori militari, ma non entrano in città. La regina vi ritornò il 4 dicembre. Il principino poi vi venne il 24 novembre, il 25 e il 30. E quasi tutti i giorni nei primi di dicembre.

Dicembre 25 - Alle ore 5,30 arriva a Bordighera il re Umberto: noi della Giunta andiamo ad ossequiarlo.

  1880

Gennaio 2 - La Regina viene a Ventimiglia.

Gennaio 7 - Riparte da Bordighera per Roma.

    Viene inaugurata in Seminario l’Accademia filosofica di S. Tommaso. Vi sono ascritto.

Marzo - Si da principio alla costruzione in materia della Stazione internazionale, nella quale si spenderanno alcuni milioni.

    Si apre a Sant’Agostino una farmacia dell’Azaretti in opposizione a quella Calvi.

Marzo 24 - Si procede al disarmo di questi forti.

Maggio 13 - E stata coniata una medaglia da essere portata dai membri della Società Operaia: ha, nel diritto, Società Operaia di Ventimiglia, nel rovescio, 1861. gennajo 27.

Settembre 15 - Muore il marchese Orazio Orengo ex sindaco.

  1881

Marzo 29 - È in Ventimiglia il venerando D. Giovanni Bosco per questuare elemosine dai fedeli a beneficio del suo istituto a Torrione. Sono intervenuto ed ho offerto il mio obolo. Pranza dal vescovo e dorme in Seminario.

Giugno 25 - Essendosi spezzata la campana del Cavo pregevole per la sua antichità (era del 1402), venne quest’oggi fusa da Semeria Giacomo fu Giacomo di Andagna. Venne battezzata dal vescovo il 27.

Novembre - Viene aperto l’Asilo infantile Regina Margherita.

  1882

Gennaio - Viene deliberata a Orazio Chianca l’opera della sottomurazione del Cavo.14

Marzo - Sono venute a visitare Ventimiglia e la villa Hanbury le LL.MM. il re e la regina di Sassonia.

Marzo 25 - La Regina d’Inghilterra Vittoria con suo figlio si sono recati a visitare la villa Hanbury; nei giorni 27 e 28 sono venuti a Ventimiglia.

Marzo - Francesco Cassini alza il suo edificio nel sobborgo Sant’Agostino.

Luglio 13 - Questa sera s’inaugura la novella stazione, illuminata per la prima volta a gas.

Novembre - Elezione del cav. Secondo Biancheri a Sindaco.

Novembre 15 - La città è illuminata a gas, come da vari mesi era già illuminato il sobborgo di Sant’Agostino.

Novembre - Si apre la Scuola Tecnica.15

  1883

Febbraio 14 - Andrea Notari, laureato ingegnere, è stato ora applicato agli studi della ferrovia del Roia.

Aprile 9 - Arriva in città l’illustre Quintino Sella che alloggia presso la nipote Ida Biancheri.

Aprile 13 - Il Ministro dei Lavori pubblici accorda al comune il prestito di L. 24.260 per la costruzione del locale delle Scuole al sobborgo di S. Agostino.

Luglio - Cinta del Teatro romano L. 7600.

Luglio 8 - Con Decreto di questi giorni, controfirmato Ferrero, la fortezza di Ventimiglia cessa dall’essere considerata piazza forte e perciò cessano le servitù militari.

Agosto 9 - Da vari giorni è ospite del Contrammiraglio Orengo l’illustre ammiraglio Saint-Bon, sono a Latte.

Agosto 10 - Oggi hanno luogo gli incontri per ridurre ad uso di caserma il forte dell’Annunziata, L. 34/m.

Novembre - Si costruisce l’ampia tettoia alla stazione.

    La signora Ambrogina Galleani alza una casa vicino alla stazione.

Dicembre 18 - Si da principio colla dinamite alla distruzione del forte San Paolo.

  1884

Febbraio 29 - Si continuano a minare colla dinamite i bastioni del forte di S. Paolo.

Aprile - Sono impiegati nella bisca di Montecarlo i ventimigliesi Ampeglio Levame e Giuseppe Cauvin.

Maggio - Si lavora intorno al muro ad arcate l6 fatte sotto i massi che sostengono il Regio Ginnasio.

Giugno - Scoppia il colera a Marsiglia.

Luglio 3 - Arrivo del Commissario governativo comm. Noghera con pieni poteri; il quale, col prefetto e sottoprefetto e buon nerbo di truppa, va a stabilire il cordone sanitario a Latte. Vi sono circa 500 uomini sotto il comando del maggiore Montemerlo. Il Lazzaretto è stabilito nella casa Boeri già Olignani: sono addetti sei medici speziali, posta, telegrafo, che hanno ad attendere alla quarantena di 2000 e più ricoverati.

Luglio 12 - Arriva a Latte la fregata Napoli che carica un migliaio circa di ospiti di quarantena.

Luglio 14 - Quest’oggi, con raro atto di abnegazione, il parroco della cattedrale D. Nicolò Noaro si offre a prestar servizio nel Lazzaretto, ammessovi: battezza, assiste moribondi e compie preziosi atti di carità. La prima fermata di passeggeri si fece il 4 luglio, ed il primo a morire fu certo Matteucci che era nei posti di 1° classe. Il 17 con tre vapori si trasportarono 3/m. ricoverati incirca.

Luglio 19 - Questa sera il vescovo Reggio accompagna quattro suore di S. Marta al Lazzaretto; la sera di domenica vi succede una specie di sollevazione volendo alcuni infermieri violentare le dette suore, si sono fatti arresti. I medici che sono a Latte si chiamano Natta-Soleri R. Ameglio, A. Ducci e Panizzi.

Agosto - Scoppia il colera a Seborca: vi va una compa-gnia di soldati e il sacerdote D. Gerolamo Leardi che presta l’opera sua al parroco. Morirono 34 persone di 340 abitanti.

Agosto 6 - Quest’oggi, alle 4,30, spirava nel bacio del Signore la mia diletta figlia Teotista. Preghi essa pei suoi genitori.

Agosto - Viene eretto in Bevoli (?) il macellatoio pubblico.

Settembre 12 - Quest’oggi il Prefetto e il sottoprefetto vanno a sciogliere il cordone sanitario a Latte. Era presente il generale De Sonnaz.

Ottobre 1 - Quest’oggi il vescovo Reggio si reca a Seborca a distribuire elemosine per circa L. 2000 raccolte da generosi oblatori.

Novembre - È stata decretata a Ventimiglia la stanza del Carcere pei detenuti espulsi dalla Francia.

Dicembre - Si sta lavorando intorno al Cisternone 17 del Fontanino e sono pressoché condotti a termine il muro che sostiene il Ginnasio e l’edificio scolastico del sobborgo di Sant’Agostino.

Ottobre 21 - Spira il vener. parroco D. Nicolò Noaro, fra il generale compianto.

  1885

Gennaio - Il capitano Paolo Viale 18 acquista un vapore per L. 150/m., frutto di grossi guadagni sul vino.

Maggio 10 - Oggi bordeggia sulla nostra rada il vapore Balaclava di proprietà di Paolo Viale, comandato dal ventimigliese Federico Aprosio.

Giugno 1 - Istituzione del Tiro a Segno Nazionale: consegna della bandiera e pranzo.

Luglio 12 - Si incomincia il restauro della chiesa di San Michele.

  1886

Maggio 23 - Nel Sestiere di Sant’Agostino è stata fondata una Loggia Massonica, detta dei Persistenti, dall’ebreo nizzardo Rovighi ed ha stanza nella casa Diano: passa poco dopo nella casa Notari e, nel terremoto del 23 febb. 1887, essendo scoperchiata la sala, risorgeva alla vista del pubblico una sala tappezzata in nero, la cassa e la testa di morto. Ne è venerabile il conte Enrico Ribotti, oratore De Grossi, segretario Franco, fratelli ospitalieri Tornaghi e custode Biamonti. Allora la loggia portò la sua sede nella casa Galleani alla Marina.

Giugno 12 -È sulla spiaggia un 2° vapore del sign. Paolo Viale, questo nuovo piroscafo si chiama Chambeze. Oltre dei due vapori il Viale ha tre legni a vela, la Silvia, l’Olga e il Giuseppe.

Agosto 16 - Dal Santo Padre sono state restituite alla diocesi di Ventimiglia le due parrocchie (colle succursali) di Tenda e Briga, state aggregate ingiustamente nel 1861 a Cuneo.

Ottobre 12 - Il vescovo Reggio, trovandosi in visita a Ceriana, nel ritornare in carrozza dal Santuario delle Ville, venne col parroco Cassini sbalzato di vettura; fu salvo per miracolo, riportò però gravi contusioni.

  1887

Febbraio 23 - Ore 6,20 antimeridiane. Terribile e memorando terremoto che durò circa 20 secondi, che arrecò gravi danni alla città, ma di assai lieve momento a fronte di altre città e terre circonvicine. La popolazione si versa nella campagna. Si ergono baracche. Si ripeteva il proverbio:

                    Quando Marçus pascha dabit     -    Totus mundus lacrymabit.

Maggio 6 - Con R° Decreto di questi giorni è stato accordato il R° Exequatur al rescritto pontificio che ridonava alla nostra Diocesi le parrocchie di Tenda e Briga. Il vescovo e i Deputati e Senatori di Cuneo fecero ogni impegno per mandare in fumo questo decreto, una sottoscrizione degli abitanti di Briga ne porgeva un pretesto; l’insistenza del Presidente Biancheri ha trionfato.

Maggio 19 - In Briga un gruppo di uomini, donne e fanciulli, con tamburi e pifferi, gira il paese gridando: «abbasso Ventimiglia», «viva Cuneo» e penetrano nel Municipio dando fuoco a parte dell’archivio. Vi accorre una compagnia di alpini per rimettere l’ordine.

Giugno 2 - Grande mina alla rocca di Roverino con sessanta quintali di polvere.

    A Roverino si fonda una cartiera.

Novembre - Sono istituite le Cucine economiche.

Dicembre - Si costruisce una nuova polveriera, la vecchia passa al Municipio per L. 8/m.

Dicembre 14 - Fallimento della Banca Depositi e Sconti di San Remo in seguito alla mora del Direttore Giuseppe Corradi, che ha lasciato vuoti immensi: L. 1.400.000. Ne sentono le conseguenze i fratelli Biancheri, cognati.

  1888

Gennaio 8 - Andrea Sismondini pubblica un libello contro i fratelli Biancheri.

Febbraio - Il conte Enrico Ribotti vende la proprietà Siestro al cav. Paolo Vitale per L. 2 5/m.

Marzo 1 - Solenni funerali, fatti in cattedrale, pel suffragio dell’anima del venerando D. Giovanni Bosco.

Aprile 14 - Il cav. Orazio Lorenzi, maggiore di cavalleria, è nominato aiutante di campo di S.M. il Re Umberto.

Maggio - La Società del Tiro a Segno Nazionale di Ventimiglia ha fatto coniare una apposita medaglia con lo stemma della città.

    La Ditta Sesiano & Fontaine apre a Nervia, nella proprietà Notari, una manifattura di pelli con 200 e più operai.

Luglio 11 - Con decreto prefettizio di questi giorni è approvato il Piano regolatore del comune di Ventimiglia eseguito dall’ingegnere civico Zanoli.

Ottobre - E stata eretta dal P. Giusta, nella sua proprietà presso il ponte, una cappella dedicata a S. Antonio di Padova.

  1889

Gennaio - Ventimiglia è divenuta stanza di una Luogotenenza dei Reali Carabinieri.

Marzo 11 - Questa mattina è stato di passaggio per questa città l’illustre Benedetto Cairoli che aveva in sua compagnia la moglie e il deputato Napoli. Fu ossequiato dalla Giunta e dalle Società operaie.

Aprile - Da vari mesi si pubblica in Bordighera dal Billi un giornale ebdomadario col titolo l’Indipendenza, avverso in ogni modo all’amministrazione Biancheri.

Aprile - Ristorandosi la chiesa di S. Francesco, viene privata della freccia la torre del campanile.

Maggio - È finito il restauro della volta della chiesa di S. Michele, non che della torre che vergeva a rovina.

Settembre 20 - Inaugurazione di un Circolo anticlericale sotto la presidenza di Alessandro Biamonti, percorre la città con tre bandiere tra cui una nera col diavolo, acclamando alla libertà di pensiero, a Giordano Bruno, a Roma intangibile. Era preceduta dalla musica e sul ponte imbattutasi nel canonico Borea lo fece oggetto di scherni. Lesse un discorso sulla piazza 20 settembre, l’avvocato Celestino Laura.

  1890

Febbraio 1 - Grandi funerali del principe Amedeo.

Febbraio - Sono stati nominati tre medici pei poveri, cioè Giovanni Donzella, Lorenzo Trucchi e Giuseppe Ughetto, essendo stata abolita la condotta medica.

Febbraio 28 - Questa sera, al Politeama, tenne una conferenza contro il cattolicesimo il conte Edoardo Campello ex canonico di S. Pietro in Roma, era coadiuvato da certo Ianni. Il Campello fu presentato dal cav. Tommaso Hanbury.

Febbraio - Il Presidente Biancheri, vedendosi ferito dal procedere del presidente dei Ministri Crispi, da le sue dimissioni; le quali non vengono accettate dalla Camera, ed è invece accolto con fragorosi applausi.

Aprile 13 - Grandi feste pel Tiro nazionale.

Aprile 18 - Viene condannato in contumacia a Livorno il cav. Andrea Bossi Intendente di Finanze, ad otto anni di reclusione per sottrazione di titoli pubblici, a 4/m. lire di multa e a L. 75/m. per risarcimento di danni.

Maggio - Si sta ristorando la chiesa di Sant’Agostino rovinata dal terremoto.

Maggio 19 - La nostra Società di tiro è stata collocata in ordine di merito al concorso nazionale di Roma al n. 30 sopra 400. Alcuni ventimigliesi hanno riportato premi.

Settembre - Si attende a dare al campanile il carattere architettonico conveniente alla cattedrale. Era decorato in barocco.

  1891

Marzo - È stato posto all’asta pubblica il taglio della casa Filippi 19 per prolungare sino al fiume la via della stazione e per cui si è incontrato un imprestito di L. 90/m.

 - Si sta compiendo il muro di sostegno del Ginnasio che guarda il passeggio della Colla.

    Il comm. Hanbury compra i mulini di GioBatta Galleani per 2/3.

    Si atterra l’officina Maccario, che sottostà al campanile di S. Francesco e si forma una piccola piazza.

Maggio 8 - In questi giorni si opera il taglio della casa Filippi, già Dinegro, pel prolungamento della via della stazione.

Giugno 7 - Oggi, nella solenne distribuzione dei premi, il prof. Rusconi della Scuola Tecnica ha elogiato la Teoria di Darwin, dicendoci discendenti della scimmia.

Giugno 28 - Quest’oggi, ha luogo l’inaugurazione di una Società di Mutuo Soccorso fra i reduci delle patrie battaglie e i militari in ritiro. Hanno fatto coniare una stella in argento.

Agosto 1 - Questa sera, alle ore 10,5, si sentì una scossa di terremoto.

Novembre 15 - Quest’oggi, nel Politeama Notari 20 al Sestiere di Sant’Agostino, i frammassoni della loggia dei Persistenti tengono un’adunanza per protestare contro le guarentigie papali: intervengono soci di Nizza e di S. Remo e tiene un analogo discorso il comm. avv. Corradi di S. Remo.

  1892

Gennaio - Il comm. Biancheri è stato riconfermato Sindaco della città.

Marzo - Negli scorsi mesi i signori comm. T. Hanbury, Federico Notari e Paolo Ascenso hanno acquistato la bella proprietà posta di rimpetto alla stazione venuta in eredità al sig. avv. Filippi, del già cav. Cesare Di Negro.

Maggio 4 - Il nostro vescovo Monsignor Reggio è stato dalla Santa Sede elevato alla cattedra metropolitana di Genova: un altro nostro prelato mons. Fieschi andava da Ventimiglia a Genova nel 1382.

Giugno 12 - È pubblicato, dalla Tipogr. Billi, il primo numero d’un giornale intitolato: Il Progresso - Gazzetta di Ventimiglia. In esso si da la notizia che la conceria di F. Lorenzi ha ottenuto nell’esposizione di Palermo la Medaglia d’oro.

Luglio 4 - Questa mattina alle sette, monsignor Reggio, accompagnato dal capitolo e dal clero dopo aver pregato all’altare del Sacramento, al suono della campana maggiore, parte per Roma per pigliare il pallio arcivescovile.

Luglio 10 - Oggi hanno luogo le elezioni amministrative parziali per le dimissioni del sindaco Secondo Biancheri ed altri consiglieri. Riesce vittorioso il partito di opposizione capitanato da Paolo Aprosio.

Luglio 11 - Questa mattina, S.S. Papa Leone XIII, nel concistoro segreto, ha nominato vescovo di Ventimiglia Mons. Ambrogio Daffra, parroco della cattedrale di Tortona.

Luglio 31 - Questa mattina, un vapore venuto sulla rada sbarca millesette genovesi venuti per una gita di piacere.

Agosto 4 - Questa mattina alle otto, sferra dalla spiaggia nostra il vapore del cav. Paolo Viale, denominato Vilna, carico di ventimigliesi, che con la tenue somma di lire cinque fanno una gita a Genova, da cui faranno ritorno sabato. Vanno per vedere l’Esposizione Colombiana.

Agosto - A Morrodibò, nell’angolo della muraglia, è stata aperta una porta, per dare comunicazione a questi abitanti colle circostanti campagne. Il comune, essendo stato acquisitore degli spalti, ha potuto dare questa comodità a quegli abitanti in gran parte agricoltori.

    Allo scopo che i pescatori italiani e francesi, i quali esercitano la loro industria nella baia di Mentone, non eccedano involontariamente i limiti delle loro rispettive acque territoriali, i governi dei due paesi hanno di comune accordo deliberato di stabilire una linea destinata ad indicare il limite assegnato nelle acque italiane e nelle francesi ai pescatori dei rispettivi paesi, ed una Commissione mista ha posto due appositi segnali a terra, il cui allineamento da norma sicura ai pescatori per riconoscere dal mare il limite sopra accennato (Fanfulla del 10 agosto 1892).

Novembre - È stata istituita nel luogo di Tenda una novella parrocchia nell’ex chiesa dei Cappuccini, e questo per rimediare in parte allo scandalo di non veder più la popolazione andare in chiesa per la vita poco esemplare dell’altro parroco di S. Maria, Teologo D. Bono.

Dicembre - È stata decretata stanza di un Battaglione di Bersaglieri la nostra città, e in attesa della costruzione di una caserma al Fontanino (non capendo tutti i soldati, la caserma dell’Annunziata) è stato affittato dal comune l’edificio Notari in Nervia.

  1893

Gennaio - La Regia Scuola Tecnica piglia possesso dello edificio scolastico che era stato costrutto ad uso di Ginnasio.21

Gennaio 26 - Questa sera il pastore protestante Ugo Ianni tiene una seconda conferenza (il 19 ne aveva tenuta un’altra), Cappella Riformata Italiana, sulla Madonna dei preti e Maria del Vangelo: nell’edificio Orengo presso la sponda sinistra del Roia (vedi il 28 febb. 1890), che consiste in un magazzeno a piano di terra con l’iscrizione su riferita.

Gennaio 19 - Oggi, alle 2,30 pomeridiane, giunge in Ventimiglia Mons. Daffra.

    Il giorno 19 nel Politeama al Sestiere di Sant’Agostino avea luogo la solenne premiazione dei tiratori al Segno Nazionale.

Febbraio 9 - Questa sera alle ore 9 fa il suo ingresso in città la mascherata rappresentante Carnovale col nome di Marchese III. La sera del 14 si brucia Carnovale al Cavo.

    È morta il 18 gennaio Francesca Guglielmi antica domestica, la quale lasciò ogni suo avere all’Ospedale.

Febbraio - È stato nominato Sindaco il sig. Aprosio Paolo, dimorante al Sestiere S. Agostino.

Maggio 19 - Questa mattina, alle ore 10, S.S. papa Leone XIII, ricevendo la Deputazione del pellegrinaggio cattolico della diocesi di Ventimiglia, all’udir Ventimiglia, il Papa stette un poco in pensiero e poscia disse v’era il vescovo Reggio; a cui rispondeva il Borea, dicendolo ora arcivescovo di Genova, avendo avuto per successore Monsignor Daffra. «Ah sì - riprese il S. Padre - Monsignor Daffra che abbiamo scelto nel mazzo: tocca ora a voi di coadiuvarlo». Era presente a queste parole mio nipote Secondino, cui il S. Padre pose la mano sul capo benedicendolo.

Giugno 13 - Quest’oggi il vescovo si è recato a Bordighera per ricevere l’abiura di un ricco signore inglese.

Giugno - Nella stazione si sta costruendo un fabbricato ad uso eventuale di Lazzaretto.

Settembre - Si sta costruendo la Passerella che deve mettere in comunicazione il borgo della Marina col sobborgo di Sant’Agostino. Terminata il novembre.

Ottobre - È già comparso il terzo numero del Risveglio, giornale di Ventimiglia, che però si stampa a Bordighera, quindi a S. Remo. Il tipografo di Ventimiglia Billi appartiene al partito contrario ai fratelli Biancheri.

    Chiude l’anno con una omelia sconfortante il vescovo Daffra, lamentando l’apatia dei ventimigliesi pei doveri religiosi.

Dicembre 4 - Con Decreto dell’11 dicembre, il Presidente della Repubblica Francese conferiva la medaglia d’argento al valor militare ai ventimigliesi Antonio Acquarone di Giovanni, Vincenzo Acquarone e Vincenzo Viale pel salvataggio del brigantino francese Nouveau Maurion.

  1894

Marzo 2 - Quest’oggi l’Imperatore e l’Imperatrice d’Austria, che dimorano al capo di S. Martino presso Mentone, sono venuti a visitare a Mortola la tenuta Hanbury. Erano assenti i padroni, servì loro di guida il giardiniere capo Guido. L’Imperatore ripassò per Ventimiglia il 15, quattro pomeridiane in incognito. Vi è il sottoprefetto.

Aprile 15 - Oggi vi ha lotta vivissima per la elezione della Direzione del Tiro Nazionale.

Maggio - Muore quasi improvvisamente il dottore Antonio Ughetto, medico chirurgo reputato, uomo di lettere stimato ed ottimo padre di famiglia. Anni 69.

Maggio 30 - La Cappella Evangelica dalla proprietà dei fratelli marchesi Orengo è stata trasportata nella piazza Venti Settembre, casa Corradi, dove il pastore Ugo Ianni terrà stasera una conferenza.

Maggio 29 - Si agita, presso il Tribunale di San Remo, un processo di diffamazione intentato dal consigliere comunale Giovanni Guglielmi contro il capitano Luigi Davigo, gerente del giornale ventimigliese Il Risveglio.

Giugno - Il quale con sentenza del 9 giugno è stato condannato a 10 mesi di reclusione, alla multa, alla provvisionale e ai danni da liquidare in separata sede.

Giugno 17 - Il Risveglio dichiara di sospendere le sue pubblicazioni.

Giugno 18 - Incominciano oggi i lavori della Caserma al Fontanino. Ed hanno pure principio in questi giorni i lavori di restauro dell’Episcopio e quelli di riadattamento del Teatro in edificio per la Giudicatura.22

Giugno 30 - Questa mattina, nella chiesa di Sant’Agostino, coll’assistenza del vescovo, il parroco Zunino fa celebrare una messa solenne di suffragio per l’anima del Presidente della Repubblica Francese Carnot, morto di ferro assassino.

Luglio 19 - Questa mattina, alle ore 5 e minuti 20, si ebbe una scossa di terremoto.

Dicembre 10 - Viene condotto a compimento in questi giorni il Passeggio a mare del Sestiere di Sant’Agostino,23 munito di un muragliene che lo difende dalle ondate.

Dicembre - Di fronte al bel casamento di Federico Notari, sta ora alzando un grandioso edificio il comm. Tommaso Hanbury.

    Sono stati rieletti medici dei poveri i dottori Giuseppe Ughetto e Donzella.

  1895

Gennaio - Si apre al sestiere di Sant’Agostino la seconda traversa,24 che dalla piazza della chiesa deve mettere verso il mare.

    Presso la Sacra Congregazione dei riti in Roma, è stata introdotta la causa di beatificazione del venerando P. Francesco di Camporosso, cappuccino laico.

    Grande nevicata che rimane sugli alberi e produce grandi guasti alle campagne.

Febbraio 2 - Stamane, verso le sette, si aveva una leggera scossa di terremoto.

Febbraio - Da pochi lustri piglia ad estendersi fra noi la coltura esclusiva dei fiori e porzione delle nostre campagne viene ad essi consacrata.

Febbraio 12 - Questa mattina, olle ore 11,20, con treno speciale proveniente da Ala, è giunto alla nostra stazione in incognito S.M.R.I. l’Imperatore d’Austria diretto a Mentone. L’Imperatore disceso dalla vettura fu complimentato dal Conte di Roasenda sotto Prefetto, e dagli Ispettori delle ferrovie italiane e francesi.

Marzo 25 - Sono stati posti i sigilli per fallimento alla Banca del Credito Ligure in Ventimiglia.

Marzo - Il comm. Hanbury ha fatto principiare un superbo edificio al sestiere di Sant’Agostino, che fronteggia quello del signor Federico Notari. Il disegno è dell’ingegnere inglese Caröe.

Maggio - In questi giorni si opera il rettilineo che dalla sponda sinistra del ponte mette al casamento del sig. Federico Notari. 25

Giugno 11 -La scorsa notte, ladri si sono introdotti nella chiesa parrocchiale di Bevera ed hanno fatto sacco di tutti gli ori ed argenti, gettando sacrilegamente le particele, religiosamente raccolte il mattino dal sacerdote Prof. Fiasco.

    Viene aperta nel sestiere di Sant’Agostino la terza Traversa 26 che taglia porzione del giardino già degli Aprosio, ora Marenco.

Giugno 30 - Quest’oggi, hanno luogo le elezioni amministrative con vivissima lotta fra il partito Aprosio ora al potere ed il partito Biancheriano, il quale riporta vittoria completa sugli avversari.

Luglio 15 - Quest’oggi è stato inaugurato lo stabilimento dei fratelli Somiglia di San Remo per la fabbrica del ghiaccio a Roverino; vi fu grande pranzo con musica e autorità.

Agosto 16 - Nel Consiglio Provinciale di Genova è stato eletto a Presidente il cav. Ernesto Chiappori di Ventimiglia.

Settembre - Prosegue ad avanzare il palazzo Hanbury, nel sestiere Sant’Agostino, disegnato dall’illustre architetto inglese W. D. Caròe, originario danese. Contempo-raneamente l’Hanbury fa costruire altro edificio destinato alla caserma delle Dogane Francesi. 27

  1896

Gennaio 20 - Questa mattina alle ore undici, nella chiesa Cattedrale, Monsignor Daffra vescovo ha celebrato il matrimonio fra il cav. Corrado Sella, già deputato e ora sindaco di Biella, figlio del fu Ministro Quintino, e la signorina Maria Biancheri figlia del fu Andrea.

Marzo 1 - Nella battaglia di Aba Garima in Africa, è morto combattendo da valoroso il luogotenente Arturo Biancheri.

Aprile 21 - Oggi, presso il notaio Francesco Lorenzi, il sign. Ambrosio Marenco, nipote della fu signora Carlotta Aprosio, vende al pasticciere Asplanato di Pigna la casa e porzione del giardino di S. Agostino per L. 40/m.; domani negli atti dello stesso notaio il marchese Tommaso Hanbury farà acquisto del residuo giardino per altre 40/m.  Somme rilevanti, se si tiene conto del basso prezzo che avevano pochi lustri or sono le proprietà in detta località e che mostrano l’aumento della ricchezza e del commercio nella città nostra.

Maggio - Da alcuni anni (1875) lavora in quadrelli policromi di cemento, il ventimigliese Giovanni Lorenzi di Sgorra: essi rappresentano figure geometriche di grazioso disegno, ma non hanno però alcun bollo particolare di fabbrica. La fabbrica è alle Asse.

Luglio - Mercè il lungo lavoro dei bersaglieri, comandati dal maggiore Rossi, si è vista aperta in questi giorni sulla roccia sotto il forte dell’Annunziata una strada che mena a Calandria pei bagni, l’autore è stato il capitano Giuseppe Lavallea.

Luglio 12 - Una pastorale di Mons. Vescovo annunzia aver ottenuto dal Santo Padre per questa Diocesi la dispensa dei cibi magri nel giorno di Sabato.

Ottobre 16 - Ore 7,15 antimeridiane, scossa ondulatoria di terremoto.

Ottobre 21 - Ore 2,44 pomeridiane. È passata da Ventimiglia in forma ufficiale S.M. la regina Maria Pia di Portogallo col figlio il Duca d’Oporto. Fu ricevuta da tutte le autorità civili e militari, ma, per un contrattempo nel fare gli inviti, mancava S.E. il vescovo Daffra. Una compagnia di soldati, preceduta dalla musica militare, rendeva gli onori e S.M. la passò in rivista. Ho avuto l’onore come capo delle scuole secondarie d’ossequiarla e di baciarle la mano.

Ottobre 25 - È stato nominato Senatore del Regno il nostro concittadino marchese Paolo Gerolamo Orengo, nato in questa città il 21 ottobre 1828.

Novembre - I signori C.H.C. Woodhouse B. SC. e G.H. Baillie inglesi hanno impiantato nei mulini dei signori Biancheri, a Peglia, un’officina per la luce elettrica da essere distribuita in questa città e a Bordighera. Il Decreto del Prefetto porta la data del 2 novembre.

Dicembre 13 - Questa mattina è stata sospesa la chiesa cattedrale per essere stato versato sangue da Bartolomeo Viale contro Giovanni Ta, calzolaio. Essendo giorno di Domenica, alcune ore dopo è stata ribenedetta.

Dicembre - La Banca di Ventimiglia è stata aperta in questi giorni. L’istituzione si ha nei rogiti del notaro Domenico Biancheri del 24 novembre, ne è capo il sig. P. Aprosio.

    È stata aperta in questi giorni la via che, dalla stazione dei Carabinieri nel sestiere di Sant’Agostino, conduce per retta linea alla sponda della Roia. 28

    Si costruiscono, in questi momenti in detto sestiere, tre nuove abitazioni, si aprono ricchissime botteghe e si scorge una animazione che è foriera di grande crescere di popolazione e di prosperità.

  1897

Gennaio 27 - Questa sera, nel sestiere di Sant’Agostino, è stata inaugurata la illuminazione elettrica.29

    Nella collezione di antichità, raccolta dal sig. Daziano 30 e disponibile nel suo Museo di Ventimiglia, si hanno due titoli provenienti dagli scavi di Nervia e dei quali ho avuto il calco: TI. CLAUDIO. TI. L. / FIRMO FE / HELPHIS. CONIUG. / SUO. BENEMR.

Gennaio 14 - Quest’oggi S.A.R. il Principe Ferdinando di Savoia, che dimora a Bordighera, è stato a visitare il Teatro Romano, dove gli ho fatto da guida come Ispettore degli Scavi. Il 19 viene a visitare Ventimiglia, insieme col Governatore conte Bosco ed il prof. Solari, quindi andiamo a visitare villa Hanbury accolti con ogni riguardo.

Febbraio 11 - S.A.R. mi invia in dono il suo ritratto in fotografia con autografo.

Marzo - Un frammento di pietra rappresentante una figura di Genio, che tiene con una mano alzata uno scudo rotondo, su porzione del quale si legge: P/E OR/APRO/T/AV.

Marzo - Nella notte dal 16 al 17 venne sparso in migliaia di copie un libello contro il Deputato avv. Giuseppe Biancheri.

Marzo 18 - Questa sera l’avv. Giacomo Cassini, avversario del Biancheri, tiene una conferenza al sestiere di Sant’Agostino. È stato presentato ad una folla immensa dal giovane studente di legge ventimigliese GioBatta Ferrari.

Marzo 21 - Il Deputato Biancheri è stato riconfermato a Deputato del Collegio con 2000 e più voti contro 1200 circa del socialista Cassini.

Maggio 16 - Si suicida il farmacista Edmondo Notari, a Nervia.

Giugno 16 - Quest’oggi, sul campanile della chiesa della confraternita dei Neri, è stata collocata una campana che si crede avanzo di quelle che erano al Convento dell’Annunziata. Si vede infatti sopra di essa la Vergine dell’Annunziata e San Francesco e la iscrizione: Ave Maria gratia plena MCCCXIV.

Agosto - Si lavora in questi mesi alla strada che il comune fa costruire per andare a Carletti, poi terminata in dicembre.

    Allo stabilimento elettrico di Peglia la compagnia Woodhouse e Baille attende alla sistemazione del canale per la conduttura dell’acqua, agente da forza motrice. A opera finita la forza motrice totale ascenderà a circa 150 cavalli dinamici. Alla presente turbina ne farà compagnia un’altra di maggior forza in modo da soddisfare anche all’impianto del tram Ventimiglia - Bordighera.

Agosto 9 - Quest’oggi la Giunta inaugura la fontana pubblica in Grimaldi.

Agosto 25 - Al dopo pranzo vi fu nel sestiere di Sant’Agostino la gara delle biciclette; alla sera illuminazione artificiale in città e quindi due feste di ballo pubblico. Le feste si chiuderanno domenica colla corsa delle regate.

Dicembre 21 - L’oste Chiapasco ha aperto una porta nell’immane muragliene del Fontanino.

  1898

Gennaio 9 - È venuto fuori il primo numero del Giornale di Ventimiglia pubblicato dalla Tip. Billi. Direttore A. Palmari.

Febbraio 14 - Il 14 febbraio segna una data gloriosa nel campo dell’industria e del lavoro. In quel giorno il colle di Tenda fu perforato completamente. I lavori della galleria incominciarono nel dicembre 1889 sotto l’abile direzione dell’impresa Vaccari e nel febbraio 1898 vennero compiuti. C’è voluto un lavoro di circa nove anni per vincere le difficoltà che opponevano l’acqua e la melma. La galleria misura in lunghezza 8100 metri. È da augurarsi venga appaltato il tronco Vievola-Tenda, senza del quale il tronco Limone-Vievola rimarrebbe inutile.

Aprile - Il signor Nicola Berio ha trasferito da Oneglia a Ventimiglia, allo stabilimento dei marchesi Orengo, l’officina meccanica. Altra famiglia di onegliesi che nel giro di pochi lustri si recò con Allegro, con Amoretti, coi Ramella, coi Ravotto e con tanti altri a popolare la nostra Ventimiglia.

Novembre 27 - Nella mezzanotte dal 26 al 27 un ciclone ha arrecato danni gravissimi alle nostre campagne.

  1899

Gennaio - Si lavora in questi momenti al prolungamento della via Roma, si copre porzione del rio San Secondo.31

    I fratelli Lorenzi e Davigo alzano un bel casamento 32 vicino a questa novella via. Si amplia il Cimitero.

Maggio 1 - Quest’oggi, una grande accolta di socialisti si radunò al monte Peidaigo nella proprietà di Ampeglio Molinari ed ebbe una conferenza del giovane Gio Batta Ferrari. Quindi, ordinatamente muniti tutti gli occhielli d’un garofano rosso, entrarono sulla sera in città.

Maggio - Si lavora contemporaneamente all’apertura della strada di San Bernardo e di Maneira ed è terminato il rettilineo della strada provinciale da San Secondo al Gazometro.

Giugno 4 - Inaugurazione solenne del servizio dell’Automobile da Ventimiglia a Vievola.

Luglio 9 - Nelle elezioni comunali di questi giorni sono entrati nella minoranza i socialisti Domenico Biancheri e GioBatta Ferrari.

Ottobre 30 - Giunge la notizia che il Ministero della guerra ha posto il veto alla prosecuzione della ferrovia Cuneo-Vievola-Ventimiglia per la valle del Roia.

  1900

Gennaio 13 - Muore a Bordighera, nella villa Blancardi, Manlio figlio di Giuseppe Garibaldi. I funerali hanno luogo il 15.

Febbraio - Si stanno ultimando due casamenti al Convento di spettanza uno della vedova Maccario e l’altro dei fratelli Maccario. Un terzo va cominciando più in là il signor Ardoino.

Aprile - In questi giorni Andrea Lorenzi e Giovanni Davigo cominciano ad alzare il loro stabilimento sul terreno comperato dai marchesi Orengo per una grande conceria.

Maggio 12 - In questo giorno, per istanza da me fatta presso il Municipio, sono state murate nell’atrio del Ginnasio diciotto iscrizioni romane che giacevano inonorate in una cantina. Inoltre si collocano nel pianerottolo della scala due iscrizioni gotiche ed uno stemma antico della città e nel vestibolo due altre iscrizioni di una misura antica.

Luglio 9 - Avendo i muratori fatto sciopero, i signori Andrea Lorenzi e Giovanni Davigo hanno sospeso i lavori della loro grande fabbrica.

Luglio 29 - Il nostro buon Re Umberto I muore assassinato a Monza.

Novembre 1 - Viene pubblicato il primo numero del giornale bisettimanale col titolo L’Avvenire di Ventimiglia, diretto dal sig. Malagoli.

Novembre 25 - Oggi si laurea in legge, nella Reale Università di Torino, il mio caro nipote Secondo Rossi.

  1901

Gennaio 5 - Quest’oggi, alle 2 pomeridiane, ha luogo la inaugurazione del Museo e della Biblioteca Aprosiana nei locali fatti costruire dal comm. Tommaso Hanbury,33 a cui ora è scoperta un’iscrizione.

Gennaio - Un gelo in questi giorni ha arrecato danni gravissimi alle nostre campagne, specie alla coltura dei fiori, ora estesissima.

    Viene introdotto l’uso dei carri funebri pel trasporto dei cadaveri al Campo Santo.

 Febbraio - Freddi straordinari, non ricordati a memoria di viventi, hanno rovinato completamente la raccolta assai ric-ca dei fiori e quella degli agrumi, già cominciata in gennaio.

Marzo 31 - Questo dopo pranzo, nella sala della Locanda del Commercio, si è radunato un comizio per protestare contro il Disegno di lasciar costruire la linea ferroviaria Cuneo-Tenda-Nizza. Essa ha eletto a suo Presidente l’avvocato Emanuele Fenoglio.

Giugno 1 - Questa sera è stata introdotta e benedetta in Cattedrale dal vescovo Daffra la illuminazione elettrica.

Agosto 26 - È pressoché condotto a termine lo stabilimento di conceria di Filippo Lorenzi.

Settembre 15 - Quest’oggi nel Circolo Garibaldi ha avuto luogo il comizio dei Socialisti e altre sere nella Piazza XX Settembre ha tenuto una conferenza il deputato Chiesa.

Ottobre - È pressoché condotta a termine la villetta del signor Enrico Notari fiorista.

Novembre 12 - Si dichiara il fallimento del sig. Alberto Amalberti, ex segretario.

Dicembre 9 - Questa mattina all’alba, dopo brevissima malattia, mi lascia nella desolazione la mia ottima compagna Edvige, che per ben quarantatré anni era stata il più saldo sostegno della mia vita. Quale fosse il tesoro che io, le mie faglie, i generi ed i nepoti abbiamo perduto, lo ha mostrato l’universale compianto onde da ogni classe di persone e in particolare dai poveri, è stata accompagnata al sepolcro. Oh, mia buona Edvige, impetrami da Dio benedetto quella rassegnazione di cui sento così grande bisogno ! Quale vuoto sento intorno a me !

  1902

Gennaio - Col nuovo anno è stato inaugurato il Tramvai Ventimiglia - Bordighera 34 dalla compagnia Woodhouse et Baillie.

Maggio 25 - Tiene a Ventimiglia una conferenza in favore del divorzio, l’avvocato Orazio Raimondo.

Agosto 5 - Oggi, alle 3 e mezzo pomeridiane, è stata innalzata sul suo piedestallo di granito la statua in bronzo di Gesù Cristo, sul monte Saccarello, iniziatore il canonico Gianni. Il 17 corrente verrà benedetta la croce marmorea eretta sul Grammondo, per opera del parroco di S. Pancrazio D. Giordano.

Settembre - Si sta innalzando al Pian di Latte una fermata ferroviaria.

Settembre 15 - Ingiurie fra l’avv. Gio Batta Ferrari e il notare Lorenzi, rieletto Sindaco.

Dicembre 10 - In questi giorni si collocano le ringhiere in ferro lungo la così detta Scaletta addossata alle mura della città, dietro S. Michele.

Dicembre 27 - Da molti mesi si svolgeva in Torino, per mezzo della Gazzetta del Popolo e della Stampa, una vivissima campagna contro la ferrovia Torino-Cuneo-Vievola-Ventimiglia, per favorire la Vievola-Nizza. Oggi con un magistrale discorso l’onorevole Pelloux ha dichiarato al Senato che, ove la Francia non aderisca alla Vievola-Breglio-Ventimiglia, l’Italia non concederà il raccordamento Vievola-Nizza.

  1903

Febbraio - Si fa straordinario carnovale e il programma in latino maccheronico è stato compilato dal mio nipote avv. Secondo Rossi.

Febbraio 22 - Quest’oggi, ricorrendo il 25° anno dell’elezione del Papa Leone XIII, si offrì in Seminario un pranzo a centocinquanta poveri.

Maggio 1 - Questa mattina si inaugura la stazione ferroviaria di Vallecrosia.

Giugno 7 - Oggi, festa Nazionale, è stato inaugurato il nuovo corpo musicale diretto dal sig. Emanuele Burgio. Sono trentaquattro suonatori.

Luglio 20 - Un telegramma ci annunzia che oggi, alle ore 4,25, spirava in Roma l’insigne pontefice Leone XIII.

Agosto 9 - Per la elezione a Papa col nome di Pio X del cardinale Sarto, Patriarca di Venezia, oggi si è cantato un solenne Tedeum con orazione fatta da Monsignor Daffra.

Agosto - Il sig. Federico Notari ha affittato la sua villa di Canùn a monache francesi.

Ottobre - Hanno preso in affitto dall’avv. Giovanni Cabagni la casa delle Asse, alcuni salesiani che hanno dovuto abbandonare Marsiglia.

Ottobre 15 - Oggi alle ore 13,50 passò S.M. il Re e la Regina d’Italia, diretti in Inghilterra. Erano in strettissimo incognito. Nessun ricevimento. Restò una ventina di minuti ed io potei vederli di fronte, dall’Ufficio del Commissario di Polizia.

Novembre 15 - Oggi, nell’Ufficio della società degli Esercenti, ha avuto luogo l’appalto della costruzione del Teatro e Politeama ed è stato assegnato al sig. Lorenzo Natalino. Quest’opera d’arte, dell’ing. Antonio Capponi e Francesco Sappia, verrà eretta sul terreno regalato dal comm. Tommaso Hanbury.

Dicembre - Oggidì, che Ventimiglia è nota pel traffico e la coltura dei fiori, occorre segnalare che nel 1881 il maresciallo dei carabinieri Antonio Carcasola di Gallarate, fu il primo ad introdurre in Latte, nella villa Cabagni, la coltura dei fiori, in essa fecero ormai fortuna i Riva, i Saini, i Notari ed i Martini.

  1904

Gennaio - Si lavora alla strada che, dall’Ammazzatoio, metterà a Bevera e che costerà assaissimo.

Febbraio - Oltre le monache carmelitane hanno preso dimora a Nervia, presso Ventimiglia, altri ordini di monache francesi. Uno presso il Cimitero nella casa De Carli. Altro nella regione Santo Stefano, nella casa dell’ex usciere De Pino. Nella regione Latte, uno presso il sig. Federico Notari ed altro nella regione di Mortola, casa Saini. I frati che dimorano alla villa Cabagni sono dell’ordine di S. Pietro in Vincoli.

Marzo 13 - Oggi rumoroso comizio a Porto Maurizio contro la ferrovia Cuneo-Ventimiglia. Escandescenze specie contro il Deputato Biancheri.

Maggio 1 - Grande processione dei socialisti, preceduti dalla musica e capitanati dall’avv. GioBatta Ferrari.

Maggio - Giorni sono venne assassinata dal marito in Apricale certa Cristina Bellomo che, conosciuta col titolo di contessa Emma della Torre, ebbe una vita avventurosa e si dice che nel suo finale testamento, ricevuto dal notaio Ricca, abbia legato il suo cospicuo patrimonio alla Congregazione di carità di Ventimiglia. Si parla di un palazzo a Milano e di rendite depositate alle Banche, oltre la bella villa di Apricale.

Giugno 14 - Per le dimissioni del Consiglio Comunale, è giunto il cav. avv. Emanuele Camera de Asarte, Commissario Straordinario.

Luglio 17 - Elezioni generali amministrative, capitanate dal comm. Lorenzi, nella lista dei consiglieri è compreso il mio nipote avv. Secondo Rossi.

Agosto 24 - Questa sera, nella Sala del Lavoro, che si trova nella casa Chiappori alla Marina, è stata tenuta una conferenza sul libero pensiero, per incarico del Comitato internazionale che terrà presto il suo congresso a Roma. È stato eletto presidente Giovanni Andrea Lorenzi detto Martello della Sgorra e segretario Arturo Aprosio.

Settembre 4 - In continuazione delle feste di San Secondo, oggi si ha lo sbarco di genovesi gitanti arrivati sull’Anita colla squadra della società ginnastica Raffaele Rubattino e l’arrivo della Banda musicale S. Rocco di Nizza. È stato mantenuto uno dei superbi padiglioni eretti nelle feste di San Secondo.

Settembre 19 - Lunedì. In seguito ai casi di Buggerro e di Castellazzo, avendo la Camera del Lavoro di Milano proposto lo sciopero generale in tutta Italia, i ventimigliesi, preceduti da un vivo manifesto listato a nero, oggi han proclamato lo sciopero, ma l’hanno chiuso la sera in seguito alle notizie di repressione eseguite a Genova.

Settembre 20 - Oggi la Loggia massonica ventimigliese dei Persistenti ha pubblicato un reboante manifesto contro il clero per la rivendicazione di Roma, evocando le memorie di Garibaldi. Seguono altri due manifesti coi nomi di Fogazzaro e di Bonghi per dimostrare la necessità di avere Roma.

Settembre 22 - La Direzione internazionale del Libero Pensiero, sezioni di Bordighera e di Ventimiglia, pubblica quest’oggi, in cui ha luogo in Roma il Congresso del libero pensiero, un manifesto in cui, fra le espressioni contro il clero, è scritto a caratteri maiuscoli: il Grande Malfattore che siede sulla destra del Tevere.

Ottobre - Si sta conducendo a termine la facciata del Teatro.

    Il ventimigliese Viale ha aperto una seconda tipografia che fa concorrenza colla Billi.

  1905

Gennaio - La prima notizia del nuovo anno è la caduta della fortezza di Porto Arthur fatta dai Giapponesi.

    Si annunzia il fallimento dei banchieri Onorio ed Arcadio Palmari per una rilevantissima somma, arrestati il 21 dicembre scorso.

Aprile - Il farmacista Azaretti ha fatto costruire un edificio apposito per conceria.

Aprile 24 - Con rogito di questo giorno del notaio Pelizzoni di Milano, si è costituita una nuova Società anonima per impianti elettrici col titolo Società elettrica Riviera di Ponente, ing. R. Negri col capitale di due milioni di lire aumentabili a cinque. È suo scopo utilizzare l’ingente volume d’acqua del fiume Roia con un impianto di 10.000 cavalli, trasportando l’energia elettrica da Ventimiglia fino a Diano Marina.

Aprile 29 - Oggi muore a Sestri il comm. Ernesto Chiappori, che lascia a Ventimiglia un cospicuo patrimonio.

Agosto 12 - La signorina Ilda, figlia del Comm. Hanbury, ha abbracciato il cattolicesimo.

Agosto 22 - Quest’oggi hanno gettato le ancore sulla nostra spiaggia le navi da guerra: Garibaldi e Coatit. Sono giunte altre tre torpediniere. Il Municipio è andato a dare al comandante Gozo il benvenuto.
Ottobre - A questo Politeama si rappresentano la Traviata, l’Elisir d’amore e Il Barbiere di Siviglia.

    È stato istituito, in questi giorni, il Mercato dei fiori sul piazzale della stazione, con grande concorso di floricoltori.

    Procede con grande forza, a San Michele, il lavoro per l’impianto della Società elettrica, si sono formate gallerie e canali con un personale di 400 operai.

  1906

Febbraio 3 - Questa mattina ha luogo l’inaugurazione del Telefono fra Roma, Ventimiglia e Parigi,35 coll’intervento di tutte le autorità.

Marzo - La ricchissima signorina Wilton, inglese, fa incominciare lavori nella campagna di Portacanarda e Morrorosso.

Marzo 13 e 14 - Doppia accademia data nel Teatro sociale dal celebre Fregoli Leopoldo, trasformista.

Aprile - Incominceranno a giorni i lavori della ferrovia Cuneo-Ventimiglia e pure quelli del raddoppiamento del binario da Ventimiglia a Mentone.

Maggio 5 - La Società Woodhouse e Baillie ha fatto deposito di L. 100/m. per la costruzione del Tram elettrico Ventimiglia, Bordighera, San Remo e Taggia. Non resta che a legare Garavan con Ventimiglia.

Maggio 2 - Quest’oggi, alla Marina, ha luogo il Tiro alla quaglia.

Settembre 2 - Gran festa popolare ciclistica.

Settembre - Si stabilisce e parte un Automobile tra Ventimiglia e Vievola.

Novembre - In questi giorni, deve essere stato celebrato in Torino il matrimonio di S.E. il Presidente Biancheri colla vedova del comm. Giuseppe Biancheri, Rita Comotto. Si tratta di matrimonio civile, perché il religioso si dice sia stato da lungo tempo conchiuso.

  1907

Gennaio - Un manifesto del Sindaco annunzia aperta la sottoscrizione di un imprestito di L. 500 mila per l’opera della derivazione d’acqua per bere e per le campagne.

Marzo 9 - Questa sera, a ore 6, muore nella sua villa di Mortola il comm. Sir Tommaso Hanbury, il quale lascia all’Ospedale L. 50.000.

Maggio - Si sono avuti parecchi casi di vaiolo con qualche decesso. Fu scelto pei colpiti il ricovero nella fortezza superiore.

Luglio 7 - Oggi, grandi feste per onoranze a Garibaldi.

Ottobre - Le acque autunnali, incominciate in questo mese continuando ininterrottamente sino a novembre hanno cagionato danni grandissimi nelle campagne e nelle strade, compresa la ferrovia che ebbe una grande frana vicino al Gazometro, per cui si dovettero interrompere le corse sino al 3 novembre.

Ottobre - Pio X colla recente enciclica Pascendi, contro i Modernisti, colpisce i seguaci di quella dottrina. Già caldo modernista al Seminario di Ventimiglia fu il canonico Marzotto (deceduto) e seguono le sue orme il parroco di Isolabona Tamagno, il parroco di Olivetta Boeri, il cappellano di S. Lorenzo Priori, il parroco Cassini.

  1908

Gennaio - Si sta colmando il padule malarico dei Paschei 36 per fare un giardino pubblico.

Marzo 13 - Grandi funerali a Edmondo de Amicis, deceduto ieri a Bordighera.

Luglio 4 - Quattrocento operai, addetti al lavoro del doppio binario, hanno scioperato reclamando sole ore 8 di lavoro invece di 10.

Luglio 26 - Per questi giorni sono fissate le elezioni amministrative e viene elevato a trenta il numero dei consiglieri, per l’incremento della popolazione giunta a 15/m.

Luglio - Il francese C. Holbert ha costruito il bel Cinematografo Internazionale.37

Luglio 26 - Nella lotta della votazione comunale di questi giorni, riporta vittoria sulla vecchia amministrazione il partito della Riscossa.

Agosto 20 - È stato sottoscritto il Regio Decreto che autorizza la ditta Woodhouse a prolungare la Tramvia da Ventimiglia a Taggia e da Ventimiglia al Ponte di San Luigi.

Settembre 26 - Muore a Torino S.E. Giuseppe Biancheri e il 29 è portata la salma a Ventimiglia, dove ha luogo un solenne funerale.

  1909

Aprile - Muore l’avv. GioBatta Ferrari, già capo socialista.

Agosto - In questo scorcio d’anno, si notano in Ventimiglia le grandi opere pubbliche del secondo binario per la Francia, del grandioso ponte ferroviario, dell’introduzione dell’acqua potabile di San Michele e l’illuminazione elettrica della cattedrale, avvenuta la vigilia di San Secondo.

    Si conduce a termine (settembre 1910) l’ingrandimento del Cimitero con cappellina e camera mortuaria.

Settembre 15 - Quest’oggi, vediamo partire da Ventimiglia il primo treno carico di arena e di mattoni per Bevera.

  1910

Maggio 1 - Essendo stato inaugurato il novello grandioso ponte con tre binari, si comincia a demolire quello di recente costruzione,38 che sta pochi metri di sotto.

Luglio 12 - Muore il Comm. Secondo Biancheri, più volte Sindaco di Ventimiglia.

Agosto - Si distrugge in questi giorni il vecchio ponte della ferrovia.

  1911

Maggio - È terminata, in questi giorni, la casa Azaretti e principia il grandioso edificio Cabagni.39

Maggio 30 - La fanfara dei bersaglieri ha dato il benvenuto a Garros (ore 6 di mattina) e Frey, aviatori diretti a Roma (ore 4 del pomeriggio), passati ad una altezza di 900 metri.

Luglio 1 - La posta viene trasferita nel sestiere Sant’Agostino, casa Azaretti.40

  1912

Febbraio - È quasi portato a termine il palazzo Cabagni al Convento.

Aprile - È stato ferito, nel fatto d’arme presso Homs il caporale dei Bersaglieri Giovanni Balestra di Torri. Era stato preceduto dalla morte del sergente maggiore degli Alpini Secondo Lorenzi di Bevera.

Agosto - Il sig. Ardoino fa una considerevole aggiunta sulla sua fabbrica di vermicelli delle Asse.

  1913

Febbraio 18 - In questi giorni è stato condotto a termine il Ritiro pei Vecchi “Chiappori”, a Latte.

Aprile 15 - Questa sera, verso le ore 19, giunse in Ventimiglia la signorina Marvint con l’avioidroplano le Rhòne pilotato da Gilbert. Con mirabile volo pianeggiante fu toccata la nostra spiaggia. Entusiasticamente accolta, la sera ha tenuto in teatro una conferenza con proiezioni fotografiche. Entusiastiche acclamazioni.

Agosto 12 - Ore 5 pomeridiane, S.A.R. il Duca di Genova e tutta la ducale famiglia, reduci da Saint-Raphaèl con due automobili, si sono fermati a Ventimiglia per salutare il barone Carlo Galleani, già suo aiutante di campo.

Agosto 24 - Grandi regate internazionali a Ventimiglia, presenti tre torpediniere governative che sono ossequiate nei loro capi dalle autorità municipali.

Ottobre 26 - Nell’elezione del Deputato, il vescovo e il clero avendo parteggiato per Marsaglia, i partigiani di Orazio Raimondo eletto fecero sfregi sulla porta del vescovo Daffra.

Novembre 6 - Il Municipio, essendosi dimesso dopo la elezione di Raimondo, venne eletto Commissario l’avv. cav. Cesare Macarj.

Dicembre 10 - Quest’oggi, alle 5, la regina Margherita è venuta a visitare la Cattedrale e il Battistero, accolta dal vescovo e dal Capitolo e partì dopo una benedizione.

  1914

Gennaio - In questi giorni, la Pretura viene trasferita nel sobborgo, nella casa Cassini.41 Sono ultimati i due fabbricati Ceriani e Balestra.

    (il giorno 8 marzo 1914, Girolamo Rossi moriva)

NOTE :

   1) È l’attuale via Biancheri continuata, dopo la svolta del Cavo, dal Corso Giuseppe Verdi. Questa strada ha notevolmente facilitato l’accesso dei veicoli a Ventimiglia Alta, che avveniva prima attraverso la Salita San Giovanni, con le numerose curve a gomito del suo inizio.

        A proposito della via Biancheri, mi sembra ormai doveroso completarne il nome in Giuseppe Biancheri Presidente della Camera dei Deputati dal 1870 al 1907.

   2) Il proprietario della locanda, situata in via Giudici, era il mio trisavolo materno (di Azaretti) Lucangelo Pignone, che nel 1832 aveva contribuito a portare in salvo, oltre confine, Giovanni Ruffini ricercato dalla polizia.

   3) Dalla Colla - toponimo dialettale del « colle, valico » esistente fra il Monte delle Monache e la città - si è potuto raggiungere facilmente con i veicoli Ventimiglia Alta, attraversando il « colle », dalla Porta Nuova, aperta in quell’occasione.

   4) L’attuale Piazza Costituente.

   5) Il tronco iniziale della preesistente mulattiera passava in val Bevera e raggiungeva Airole, attraverso il Colle dello Strafurcu.

    6) Ricavato dall’antico edificio della Loggia del Parlamento col Magazzino dell’Abbondanza, al piano superiore del quale è ora ospitata la Biblioteca Aprosiana.

   7) Conosciuti dalla gente come la Chiesa e il Convento dei Frati, nel quale era stato installato il Regio Ginnasio.

   8) L’attuale via Trossarelli.

    9) È il grande edificio di Passeggiata Marconi, compreso fra il giardino del generale Moci e il Residence Costa Templada. E nell’occasione apre anche la Strada Privata degli Ascenso, per accedere dalla Marina a Ventimiglia Alta.

10) Il cimitero smesso, che occupava parte del terreno destinato alla Stazione Ferroviaria e all’antistante piazzale, è stato trasferito in località Gianchette, dove si trova tuttora.

11) Si tratta dell’inizio dei lavori di arginatura della riva sinistra del Roia fra il Ponte stradale e il mare.

12) I due palazzi fra i quali inizia, dalla via Cavour, la via della Stazione.

13) È il Mercato di Ventimiglia Alta, a monte di via Giudici, ora in disuso.

14) Vengono così iniziati i lavori di sistemazione del promontorio naturale denominato u Cavu, mediante una costruzione in muratura in grado di proteggere la sottostante strada dal materiale franoso e trasformare la parte superiore in belvedere.

15) Questo era il nome che si dava allora alla Scuola Media inferiore.

16) Allo scopo di costruire una Palestra per il Ginnasio.

17) La grande vasca sotterranea per l’acqua potabile tuttora esistente.

18) Era un armatore ventimigliese che esercitava con diversi velieri, e poi anche con i vapori, l’importazione dei vini dalla Sicilia, dalla Spagna e da altre regioni mediterranee. L’ho conosciuto personalmente da ragazzo, quando nei primi lustri del nostro secolo, ritirato dagli affari, frequentava quasi ogni giorno la farmacia di mio padre. Era una persona molto colta che conosceva la storia, i monumenti e il folclore di tutti i paesi che aveva frequentato, prima come capitano di lungo corso, e poi per i suoi commerci e ho passato molte ore felici ascoltando i suoi racconti.

19) La casa Filippi, allineata all’attuale sede della Banca San Paolo verso via Cavour, raggiungeva il terreno dove è stato più tardi costruito il Palazzo Hanbury.

20) Il Politeama Notari era un capannone in muratura sito verso Nervia, destinato a spettacoli e manifestazioni varie. Nel 1892 vi è stata acquartierata per qualche anno una parte del Battaglione dei Bersaglieri, in attesa della nuova Caserma del Fontanino.

21) A causa dell’occupazione di questo edificio da parte della Scuola Tecnica, che era molto più frequentata, il Ginnasio è rimasto nell’ex Convento Francescano, fino a quando ho ottenuto, nell’ultimo dopoguerra, l’istituzione del Liceo, e i due istituti sono stati riuniti nei locali dell’ex Asilo Infantile di Piazza XX Settembre.

22) Il teatro di Ventimiglia Alta viene trasformato in Pretura.

23) Era l’attuale Passeggiata Oberdan, in quegli anni totalmente sprovvista di spiaggia.

24) È la via Ruffini che, attraversata via Roma, giungerà al terreno del futuro Giardino Pubblico.

25) Si tratta della via Aprosio, il cui nome dovrebbe essere completato in Padre Angelico Aprosio 1607-1681, anche per evitare confusioni con la via Col. Aprosio di Vallecrosia.

26) È via Mazzini che, con via Ruffini e la Passeggiata Principe Amedeo, oggi Corso della Repubblica, completa le tré traverse in direzione del mare, previste dal piano regolatore dell’ing. Zanoli.

27) L’ultima casa di via Hanbury verso ponente, che fronteggia la via Metella.

28) La Stazione dei Carabinieri era in Piazza XX Settembre, nella casa ora occupata al piano terreno dall’Ufficio Igiene Pubblica; la strada aperta è l’attuale Via Martiri della Libertà.

29) L’inaugurazione è consistita nell’installazione di un’unica potentissima lampada ad arco nel centro dell’incrocio fra via Cavour e le vie della Stazione - Corso Repubblica. La luce emessa era enorme, paragonabile a quella del mezzogiorno di una giornata di sole e tutti gli abitanti del sestiere che volevano incontrare di sera gli amici, andavano “suta a Lànpada”. Ogni giorno però, all’ora del tramonto, un tecnico doveva far scendere la Lànpada a portata di mano, cambiare gli elettrodi di carbone fra i quali si formava l’arco voltaico e regolarla. Di conseguenza, nella restante parte della città, è continuata fin verso il 1906 l’illuminazione a gas.

30) Questo Daziano era un emerito imbroglione che ha fra l’altro venduto allo stesso prof. Girolamo Rossi, come lapidi provenienti dagli scavi di Nervia, lapidi rubate a Roma.

31) È la porzione fra via Cavour e via Roma, la restante parte della copertura del vallone fino alla Passeggiata a Mare è stata terminata nel 1906 e tutta la strada intitolata via Chiapponi. Anche in questo caso è doveroso completare la dedica col nome Ernesto, del nostro illustre concittadino, che ha largamente beneficato Ventimiglia.

32) Era la famosa Villa Davigo di notevole valore architettonico, col suo magnifico parco tropicale, situato dov’è ora la sede della Cassa di Risparmio di Genova e Imperia.

33) Le due sale fatte costruire da sir Thomas Hanbury nell’antico Convento dei Francescani, sede del Ginnasio, sono state trasformate ben presto in aule scolastiche, come ho potuto constatare nel 1907, quando ho cominciato a frequentare la prima ginnasio. E naturalmente tanto i reperti archeologici, quanto i volumi sono finiti in casse, come è accaduto altre volte a Ventimiglia.

34) Una buffa conseguenza ha avuto l’apertura del servizio tranviario che aveva invaso con le sue rotaie la pubblica strada, alterando le tradizionali regole della circolazione che imponevano di schivare a destra il veicolo che viene incontro e sorpassarlo a sinistra. Sono perciò scoppiate ogni tanto liti fra i contadini che scendevano più raramente dalle nostre vallate, col loro carretto tirato per lo più da un asino, e il manovratore del tram, che naturalmente rifiutava di farlo uscire dalle rotaie per adeguarsi alle regole della circolazione stradale. Inoltre, le dispute sono continuate per anni, tanto che ho avuto occasione di assistere nel 1907 ad una di queste, forse l’ultima, avvenuta a cinquanta metri dalla farmacia di mio padre, alla quale assisteva una folla divertita e che è terminata alla fine con l’intervento dei carabinieri che hanno portato il padrone del carretto, che impediva al tram di proseguire verso Bordighera, in guardina e l’asino col veicolo nella strada privata, che si chiama ora via Firenze.

35) L’Ufficio Telefonico era stato aperto al pianterreno dell’ultimo tratto di via Ruffini verso via Roma.

36) I Paschei, antico nome di un terreno adibito a pascolo, quale doveva essere prima dell’impaludamento causato dalla progressiva elevazione dell’alveo del Roia, erano stati donati al Comune da sir Thomas Hanbury.

37) Acquistato poi da ventimigliesi che l’avevano ribattezzato «Cinema Intemelio». Si trovava di fronte al Mercato della verdura, sul lato est del corso della Repubblica e richiamava i clienti con un organo a maniglia situato nella parte centrale del cinema, dove si apriva anche l’entrata e c’era la biglietteria.

38) Costruito nel 1870 e a binario unico, pur di congiungere rapidamente la ferrovia italiana a quella francese.

39) Il grandioso palazzo che chiude a levante il Piazzale di Sant’Agostino.

40) Con entrata dall’angolo fra via Ruffini e via Roma. Uno dei tanti trasferimenti di uffici pubblici da Ventimiglia Alta al Cuventu che stava diventando il nuovo centro cittadino.

41) Si tratta del grande palazzo di forma curva posto sulla destra di via Cavour, al suo sbocco verso Largo Torino.

 

 

ALZANI Editore

Pinerolo