Stampa
Categoria: PAROLE NUSTRAE
Visite: 1789
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

 

ETIMI  INTRIGANTI

 nel  ventimigliese

 

          belìn                pene  - organo genitale maschile, ma anche molto altro

       

       Parola usuale in tutto il territorio ligure e non solo. Il termine “belin” dovrebbe essersi affermato a partire dall’antichità protoceltrica, prendendo il via dalla diffusissima esclamazione “per Belenos”, tesa a richiamare l’intervento divino ad interessarsi delle vicissitudini umane.

 

WIKIPEDIA

 

================================================= 

 

 

          cuglia              coglione, apparato genitale maschile che deriva il suo nome dal tardo latino coleo,

 che è dal classico coleus.

 

          Passato al femminile in omaggio alla sua forma e al fatto che pendendo, contenuto dallo scroto, assume l’originalità di ballonzolare, quindi balla, o meglio bala. Diviene poi barletu in senso più generico.

 

           cugliàsse         è l’epiteto "coglione" assegnato a persona stupida e incapace.

 

 

===========================================

 

 

          figa                  vagina  - organo genitale femminile

 

        Il termine “fica” avrebbe dovuto essere assegnato al frutto dell’albero di fico, ma la evidente somiglianza di questo all’organo genitale femminile ha semanticamente costretto quel frutto a chiamarsi “fico”, al maschile, come l’albero che lo produce. Unico caso linguistico tra le piante da frutto.

 

 

 ===================================================

 

          mussa              connina vulvaria  - chenopodium vulvaria L.

          mussa              sinonimo dell’organo genitale femminile  - vulva

          musse              bugie sfrontate e irriducibili

 

      La connina puzzolente è una pianta annua, distribuita su tutte le nazioni mediterranée européee, presente in tutte le regioni d’Italia. Cresce negli incolti, in luoghi sassosi, tra le macerie, presso le strade, su suoli piuttosto primitivi e aridi, dal livello del mare a 600 metri circa.

      Il nome generico deriva dal greco chen - poús / oca e piede, data la forma delle foglie di alcune specie. Il nome specifico, che significa “della vulva”, allude al caratteristico odore sgradevole di pesce marcio emanato dalla pianta, permanente sulle mani anche dopo averle abbondantemente lavate. Forma biologica: terofita scaposa. Periodo di fioritura: maggio-settembre.

 

 

 

        Raccontare bugie sfrontate è “contà de musse”, chi le racconta diventa un “contamusse”, lo si apostrofa con “nu’ stame a contà de musse”, o l’ipotetico “me pa’ che ti conti de musse”.

        In città, negli Anni Sessanta, era diffuso il seguente biglietto da visita, che veniva consegnato, con circospezione, a chi le sparava grosse.

 

 

=================================================

 

                 becià         copulare

      

         somigliante  a “baixà” (baciare) e dovrebbe conservare un significato affine al petting, di soli preliminari; viceversa, nel tempo ha assunto la sola accezione del rapporto sessuale completo.

       Derivati:

                  beciàta      coito  - congiungimento carnale

                  beciùn       seduttore  - dongiovanni

                  beciùna     seduttrice  - ninfomane

 

 ====================================================

 

                   sburrà        eiaculare  - emettere liquido seminale

 

         dall’antico “sborrare” = “sgorgare impetuosamente”. La borra è un rigurgito di cibo indigesto eliminato da uccelli rapaci e mammiferi carnivori.

        Derivati:

                    sbùrra         liquido seminale 

                   sburràta        il fuoriuscire del liquido seminale

                    vegne          eiaculare  -

                                        "venire" in luogo di raggiungere l'orgasmo, per la coppia, nell'eiaculazione.