Ancöi l'è
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

 

 

 Via Angelico APROSIO

 

IL SALOTTO BUONO

 

allestito il cantiere

 

Martedì Grasso 2021 

 

  

 

 

 

 

 

COME LA VIVREMO

 

 

 PARCHEGGI DIETRO LA STAZIONE FERROVIARIA

 

       I posti auto che vengono a mancare con la pedonalizzazione del centro cittadino: Via Aprosio e Via Ruffini con Via Firenze, sono sostituiti con i parcheggi realizzati dietro la Stazione Ferroviaria, "gratuiti regolamentati", sorti da poco sotto la collina delle Maule. 

        Le Ferrovie hanno promesso altre aree da dismettere, sottostanti la collina di Siestro, oltre il settimo binario, attivo in stazione, dai quali si potrebbe raggiungere velocemente il centro cittadino attraverso il sottopasso dei binari per sbucare in Piazza Cesare Battisti. Si tratterebbe di oltre cento parcheggi che primariamente supporterebbero il servizio di quanti si recano a prendere il treno; riuscendo a sgombrare così il parcheggio davanti alla stazione, che potrà quindi essere a disposizione dei forestieri, visitatori delle isole pedonali, centrali. 

 

 ====================

 

ALTRI PARCHEGGI

 

 

       Sono oltre quarantamila i metri quadrati nel centro di Ventimiglia che saranno riqualificati. Si tratta dei due parcheggi a raso che stanno nascendo nell’area dismessa delle Ferrovie lungo corso Genova. «Dare soluzione all’emergenza parcheggi di Ventimiglia - ha commentato il sindaco Scullino - era tra le priorità messe nero su bianco nel Programma della nostra amministrazione. Promessa mantenuta. L’ottimo lavoro concretizzato nel primo anno di attività ha infatti portato al raggiungimento dell’obiettivo che ci eravamo posti: creare, entro la fine del 2021, un incremento di almeno 1.200 nuovi posti auto nel centro cittadino».

           E se il via alle due opere rappresentano un chiaro segnale dell’amministrazione di guardare al futuro di Ventimiglia nell’ottica dello sviluppo turistico, e quindi dell’accoglienza tramite infrastrutture adeguate, il tutto andrà a beneficio anche della decongestione del traffico cittadino.

         In parallelo, la città di confine avrà anche un nuovo polmone verde. Superano infatti i 5.000 metri quadri le superfici a verde pubblico che incor­niceranno i nuovi posti auto. Frutto dell’Accordo Quadro siglato nel 2009 tra il Comune di Ventimiglia e le Ferrovie, le due opere stanno sorgendo sulle superfici ferroviarie dismesse che, in direzione est-ovest, vanno dalla ex piattaforma girevole adiacente a via San Secondo fino alla fine di corso Genova.

          Tramite i due distinti bandi di gara indetti dal Comune lo scorso dicembre, il parcheggio nell’area ex piattaforma gire­vole ferroviaria è stato aggiudicato all’Impresa di Costruzioni Silvano & C. di Sanremo, per un importo complessivo di euro 781.001,94. All’Impresa Masala di Camporosso è stato aggiudicato il parcheggio con annessa pista ciclabile di corso Genova, per un importo complessivo di 3.126.109,28.

           Gli interventi, come da normativa di riferimento, saranno realizzati per il 20% tramite fondi comunali e, per 1’80%, con i contributi che l’Ammi­nistrazione Scullino ha ottenuto dalla Regione Liguria nel 2020 nell’ambito del Piano di Sviluppo Regionale, su progetti puntuali a cura degli uffici comunali preposti. La fine dei lavori è prevista per la fine del prossimo settembre e, oltreché una gigantesca riqualificazione urbana, offriranno a Ventimiglia più di 1000 nuovi posti auto pubblici già solo nella zona, che si aggiungeranno ai 130 in via di definizione limitrofi a via San Secondo.

         Entrando nei dettagli progettuali, entrambi i parking saranno lastricati con asfalto e con pavimentazione auto-drenanti e saranno inframezzati da aiuole dotate di impianto automatico di irrigazione, nelle quali saranno poste a dimore piante di alto fusto e arbusti tipici della macchia mediterranea tra cui mirto, lavanda o rosmarino. L’illuminazione, con lampade a Led a basso consumo ed alta efficienza energetica, farà da cornice all’insieme nelle ore notturne. I progetti hanno previsto la distinzione tra ingresso e uscita degli autoveicoli; scale di accesso e marciapiedi all’interno dei parking per gli automobilisti, che potranno quindi raggiungere in sicurezza i singoli posti auto; l’abbattimento delle barriere architettoniche. La pista ciclabile sorgerà a margine del parcheggio di corso Genova e, percorrendolo per l’intera lunghezza di novecento metri, giungerà fino all’area archeologica di Albintimilium, vi girerà intorno e si collegherà direttamente con la ciclovia di Nervia.

                                               Lorella Gavazzi

                                                                                                      LA VOCE INTEMELIA anno LXXV n. 2 - febbraio 2021

 

 

 

DILATATORE IMMAGINI