Stampa
Categoria: UNIONE INTEMELIA
Visite: 7484
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

 

   LA  VOCE  INTEMELIA

 

IL FONDO

maggio 2021

di Graziella Colombini

 

 

====================== 

 

COLORE ROSA

 

   

 

                                            

        Maggio è il mese del Giro d’Italia, una manifestazione all’insegna del ROSA, che porta questo bel colore attraverso tutta l’Italia. È un evento bellissimo anche per chi non conosce il mondo della bicicletta sportiva. Percorrendo le strade che sono state oggetto di tappa, stupisce sempre di più non solo per la grande fatica che richiede, anche se ora un po’ attenuata dalla tecnologia e da materiali sempre migliori, ma per una vittoria o una sconfitta volata sul filo di pochi secondi, lo stesso tempo necessario per vincere o perdere una gara che va avanti per così tanti giorni ed in così diverse situazioni.

       Il Giro riconferma, se ce ne fosse bisogno, quanto sia bello il nostro Paese. Alla televisione con l’ausilio degli elicotteri e dei droni, possiamo godere di panorami mozzafiato, perché in questa Italia a volte un po’ distratta e bistrattata e a volte un po’ cialtrona non dobbiamo dimenticarci di quanto siamo belli e ogni occasione è buona per ricordarcelo.

        Qualcuno dirà che mi sono messa anche gli occhiali ROSA; forse è vero ma vorrei che li mettessero anche coloro che sversano di tutto dappertutto, coloro che non insegnano ai propri figli quanto sia importante non buttare per terra neanche la carta di una caramella o coloro che non puliscono la “torta” del proprio cane e fermo qui un elenco che sarebbe troppo lungo a causa di anni e anni di mancata educazione civica.

       Tornando al ROSA, questo colore è stato per un certo tempo indicativo di femminile, ma non per la nostra Corsa nazionale. Certo esiste il Giro in Rosa, riservato alle donne, ma nessuno se lo fila anche se la fatica è la stessa e vi partecipano fior di atlete da tutto il mondo.

         Il colore ROSA riservato alla maglia del leader del Giro, come è risaputo, è in omaggio alla Gazzetta dello Sport che stampava su carta colore rosa e che organizzò il Giro fin dalla prima Edizione. Che fortuna! Altroché il colore distintivo del Tour dei cugini, quel giallo che evoca un po’ il mal di pancia e un po’ l’invidia!

         Pensandoci bene quante sono le cose o le situazioni, frivole o tragiche del nostro periodo storico alle quale il ROSA si riferisce! Invochiamo sempre le quote ROSA nella politica e nella dirigenza di qualsiasi settore. ROSA è il fiore più venduto al mondo, ROSA era la Cadillac di Elvis assunta a simbolo di un periodo di ribellione giovanile, ROSA il colore di Barbi la bambola più amata al mondo, ma ROSA era anche il tailleur di Jacqueli­ne Kennedy in quel tragico 22 novembre 1963 a Dallas e ROSA è il Pink-Ribbon, simbolo della lotta contro il cancro al seno.

         Ripudiato dalle femministe negli Anni Settanta, è tornato, nella sfumatura ROSA SHOKING ovvero HOT PINK, ad essere simbolo delle neo-femministe nelle manifestazioni a difesa del genere.

        “THINK PINK” = “Pensa ROSA= Pensa Positivo” è diventato uno slogan per tutto il mondo, un invito a fugare i pensieri negativi, ad alleggerire la mente, ad aprirsi al prossimo, a scambiarsi le idee, un invito alla capacità di perdono ed a riconoscere un reciproco bisogno di scambio di tenerezza, mentre ”Think Pink Award” è il movimento-pensiero che invita a fare squadra contro la violenza sulle donne.

          ROSA è il colore che conferisce passione e vitalità all’amore per gli altri e per se stessi perché ROSA è il colore del futuro, ROSA è il domani che auguri ai tuoi affetti, ROSA speri che sia la tua vita, come cantava Edith Piaf, ROSA è la luce dell’alba quando un nuovo giorno nasce e speri che sia un giorno bellissimo da vivere.