Ancöi l'è

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

 

 

Onorificenza cittadina

SEGUNDIN  dARGENTU

    Ideato dal Comitato Pro Centro Storico di Ventimiglia Alta, il riconoscimento “Segundin d’Argentu”, nel giorno della festività del Santo Patrono viene assegnato ad una personalità originaria di Ventimiglia o legata fortemente alla Città e al territorio, che abbia condotto in alto il nome della Città, attraverso il proprio lavoro e le proprie azioni.

    L’onorificenza è costituita da una riproduzione rimpicciolita ispirata al busto argenteo del santo, conservato in Cattedrale ed esposto durante la Messa Solenne del 26 agosto. La fusione del piccolo busto d’onorificenza è opera dello scultore David Maria Marani.

 

ALBO D’ORO

 

 

1992  Francesco Biamonti

1993  Boris Biancheri

1994  Angelo Raimondo Verardo

1995  Pierino Sismondini

1996  Marisa De Vincenti Amalberti

1997  Wilma Benso

1998  Renzo Villa

1999  Romano Pini

2000  Eligia Guglielmi

2001  Angelo Maccario

2002  Giuseppe Renato Rebaudo

2003  Mario Ascheri

2004  Giacomo Barabino

2005  Maripina Rotoli

2006  Bruno Strangio

2007  Paola Ravani

2008  Francesco Palmero

2009  Eugenio Magnani

2010  Anna Canepa

2011  Luciano Codarri

2012  Dario Canavese

2013  Lorenzo Viale

2014  Giuseppina Erasmina Metildi

2015  Luigino Maccario

2016  Gianfranco Maccario

2017  Albino Ballestra

2018  Sergio Pallanca

2019  Pinuccia Beglia

2020  Angeli del COVID19 - rappresentativo

2021  Angeli del fango

2022  Enrico Malan

2023  Pierina Giauna

 

 

 

        Negli Anni Ottanta, la disaffezione dei Ventimigliesi verso i riti dedicati al Santo Patrono, nella mattinata del 26 agosto, aveva reso pressoché deserti i banchi della Cattedrale, durante la celebrazione della Messa Grande. Per cercare d’ovviare al problema, Mario Palmero, presidente del Comitato Pro Centro Storico, propose di ravvivare quella mattinata di festa organizzando, ogni anno, al termine del rito sacro, la documentata consegna di un degno riconoscimento ad un cittadino benemerito che contribuisse a richiamare l’attenzione e la presenza del pubblico.

        “Il riconoscimento Segundin d’argentu viene assegnato ai ventimigliesi che, durante la loro vita, abbiano lavorato per far conoscere, valorizzare e accrescere il patrimonio culturale della nostra amata città, o che abbiano saputo divulgare il lato attraente della nostra vita cittadina. La vita d’una città di confine, di terra e di mare, con una lunga e accattivante storia”.

   

  

SEGUNDIN  SPANTEGAU

Eugenio  MAGNANI

 

 

   Attivo fin dai primi Anni Novanta, il “Segundin d’Argentu” è riuscito a consegnare l’onorificenza soltanto a quattro illustri ventimigliesi non residenti, che davvero non mancano di dar lustro, ovunque, alla nostra città:

 

 1993 Boris Biancheri

       è stato ambasciatore italiano a Tokyo dal 1980, a Londra dal 1987 e a Washington dal 1991. Al Ministero degli Affari Esteri, ha ricoperto la carica di direttore generale del Personale dal 1984 e di direttore generale degli affari politici, negoziatore italiano del Trattato sulla Cooperazione Politica Europea nell’ambito dell’Atto Unico Europeo, fondamentale per il Trattato di Maastricht.

 2003 Mario Ascheri

       è stato docente di Storia del diritto medievale e moderno, ha insegnato presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Roma Tre, di Sassari, e di Siena, dove risiede. È giornalista pubblicista, attivo nei direttivi di molte riviste storiche italiane. Nel 2001 gli è stata conferita la laurea h.c. dall’Università dell’Auvergne. È Senior Fellow della Robbins Collection, University of California, Berkeley.

 2009 Eugenio Magnani

      è stato Capo Staff presso il Ministero del Turismo, poi Direttore dell’Agenzia del Turismo Italiana a Londra. Infine ha diretto l’ENIT dagli uffici di Manhattan e quindi per tutto il Nord America. Le solfe in commissione a contrasto della sua prima nomina, fin dall’ano 2006, hanno contribuito a delinearlo, oggi, quale degna icona del ventimigliese che rappresenta ai massimi livelli la sua città, in ogni parte del mondo.

 2010 Anna Canepa

     è stata sostituto procuratore presso la Direzione Nazionale Antimafia a Roma. Sostituto Procuratore della Repubblica, dapprima in Sicilia, quindi a Genova, occupandosi di reati di criminalità organizzata presso la Direzione Distrettuale antimafia e poi al Dipartimento Criminalità Organizzata e Terrorismo. Nel 2008 è tornata volontariamente, quale applicata, alla Procura della Repubblica di Gela.