Ancöi l'è
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

 

   LA  VOCE  INTEMELIA

 

IL FONDO

dicembre 2018

di Osvaldo Viale

====================== 

 

 Buon Anno 2019!

 

 

 

Vi auguriamo piccole cose

ma che siano straordinarie per il vostro cuore.

Un amico sincero.

Un abbraccio per ogni dispiacere.

Un sorriso per ogni lacrima.

Il sollievo ad ogni dolore.

Un sogno per ogni delusione

e momenti di consolazione.

Di sapere combattere con dignità.

Di non arrendersi alla prima avversità.

Di trovare nel buio della vita

una luce accesa.

Di saper ascoltare oltre al "sentire"

Di saper guardare oltre al "vedere"

Di trovare nella disperazione

la forza di continuare.

Vi auguriamo di saper cogliere

la bellezza delle piccole cose,

di saper vivere,

di farlo intensamente.

 

L’albero di Natale

Evviva! Evviva! Che bello!

È NATALE

 

         Sono arrivati tutti, i miei amici, per addobbare l'albero che "mamie" ha raccolto con il muschio nell'angolo a sinistra del bosco e sistemato alla meglio tra le due grosse pietre di puddinga posate sul pavimento come fondale al presepe.

        Ci siamo tutti, Fiorenzo, Mario, Giuseppe, Lorenzi

no, Miuccia, Renata, Andrea e "Ioseph" l'anziano annerito e affumicato barbone dell'angolo a cui abbiamo trovato lavoro alla officina dell'angolo. Che bello! Arri­va anche Ubaldo con l'ultima figura pastorale di Provenza: pensa un po' ! ...l'impiegato seduto al computer... Sparpagliati per terra i personaggi del presepe ed i fili argentati a decoro a cui sono ancora annodati il muschio, le bocce colorate, le lampadine ed i biscotti "ae amandure" dell'anno trascorso con accanto i freschi "canestreli a l'öriu" ben sistemati nelle scatole di latta che in famiglia ci hanno preparato.

Tra poco inizierà la disputa per l'addobbo dell'albero.

Sì! Così va bene... ma se le palline le sposti un poco sull'altro tronco... forse va meglio. E per il presepe: ce li mettiamo già adesso i Re Magi con i loro doni e cammelli? o aspettiamo la Befana?

Poi il collaudo. La prova delle luci che non si accendono mai: occorrerà aspettare l'intervento di Giuseppe il giardiniere "deus ex machina" degli impianti elettrici.

Finalmente, tutti appagati e contenti ammiriamo l'opera compiuta. Tutto è pronto per Natale, perché a Natale nasce il Bambino. Evviva!

Non è soltanto un sogno se saremo capaci di ricostruirlo.

                     Osvaldo Viale